Chitarra e mandolino chiudono la stagione del Defferrari di Noli

Si chiuderà domenica la stagione artistica 2013-14 del Teatro Defferrari di Francesca GalvagnoNoli. Spiegano i direttori artistici Claudio Massola e Ferdinando Molteni: «Il bilancio è assai positivo. I dieci spettacoli proposti hanno ottenuto un successo che è andato oltre ogni più rosea aspettativa. In qualche caso il teatro non è riuscito a contenere tutto il pubblico accorso. Siamo davvero soddisfatti. Nelle prossime settimane prenderà il via l’elaborazione del cartellone per la prossima stagione, che speriamo sarà ancora più ricco di contenuti. Spazieremo dalle iniziative per i più piccoli, alla musica e alla prosa».

RobertoMichels

Domenica 13 aprile alle 17, infatti, andrà in scena un raffinato concerto di Francesca Galvagno ed Elena Parasacco che proporranno, in duo, il repertorio per chitarra e mandolino spaziando dai brani classici e romantici della musica salottiera e cameristica delle grandi capitali europee dell’Ottocento, fino alle trascrizioni di brani d’opera e alla musica popolare del primo Novecento.

Le due giovani musiciste dal 2010 dirigono l’Orchestra a pizzico Suzuki di Torino.

Lo spettacolo è a ingresso libero e sarà seguito da un prestigioso aperitivo offerto dalla Cantina storica “Il Montù” di Beccaria Montù (Pavia). Il pomeriggio è realizzato in collaborazione con la Filarmonica “Amici nell’arte” di Noli e l’associazione Allegro con Moto.

Francesca Galvagno – Laureata a pieni voti in Mediazione Linguistica con la tesi comparata ” Platero y yo : la chitarra di Mario Castelnuovo – Tedesco accompagna la prosa lirica di J. r. Jimenez” sotto la guida del M. F.Zigante, Francesca Galvagno inizia a cinque anni lo studio della chitarra classica con il padre, Elio Galvagno. Si diploma a pieni voti a soli vent’ anni presso il Conservatorio N. Paganini di Genova e viene segnalata come più giovane diplomata dell’ anno.

Continua il perfezionamento del repertorio seguendo svariate masterclass e corsi con i Maestri: Pino Briasco, Mario Dell’ Ara, Guillermo Fierens, Paolo Garganese, Lorenzo Micheli, Oscar Ghiglia, Company, Emanuele Segre. Approfondisce il repertorio della musica antica e barocca a Milano sotto la guida del M. Massimo Lonardi.

Consegue nel 2007 il Diploma superiore in metodologia e didattica della chitarra ed è titolare della cattedra di Chitarra delle Accademie Suzuki di Torino, Chieri, Saluzzo e Cavour. Dal 2010 dirige la Junior Guitar Orchestra composta da 20 giovani chitarristi di etá compresa tra il cinque e i quattordici anni.

Ha inciso con il soprano Antonella Flego il cd liederistico Stimme, con il coro i Polifonici del Marchesato di Saluzzo ha inciso sia in qualitá di soprano che di chitarra solista la Missa Criolla di Ariel Ramirez. Ha eseguito in veste di chitarra solista i concerti di Vivaldi accompagnata dall’ Ensamble strumentale della Via Francigena, diretta da Antonio Mosca. È regolarmente chiamata ad esibirsi in veste di solista in svariati festival chitarristici ed in rassegne musicali nazionali ed internazionali ed è prima chitarra dell’orchestra “Chitarrissima” di Saluzzo.

Si esibisce in formazione cameristica insieme al fratello violoncellista Michele Galvagno. e alla mandolinista Elena Parasacco con la quale ha recentemente dato vita al Quartetto Romantico, particolare Ensamble costituito da due mandolini, mandola e chitarra, approfondendo il repertorio del primo Novecento.

Elena Parasacco si avvicina alla musica all’età di 4 anni con lo studio del violoncello presso la scuola Suzuki di Torino e consegue il Compimento Inferiore al Conservatorio G. Verdi di Torino. A nove anni inizia a suonare il mandolino con l’insegnante Amelia Saracco. Si iscrive successivamente al Conservatorio N. Piccinni di Bari dove si diploma con il M° Mauro Squillante, con cui ha approfondito il repertorio barocco, apprendendo la prassi esecutiva storica su strumenti originali. Continua gli studi frequentando annualmente i Corsi Internazionali di Musica Antica di Urbino, organizzati dalla Fondazione Italiana per la Musica Antica. Si perfeziona con Hopkinson Smith e Davide Rebuffa.

Fa parte dell’Orchestra Mandolinistica Città di Torino. Ha suonato per il “Teatro del Maggio Musicale Fiorentino” e come solista con l’orchestra Musica Antiqua Provence.

Ha suonato in duo con il chitarrista Michele Cinquina nella rassegna “Concerti estivi a Portonovo” ad Ancona nel 2007, nella rassegna “Dicembre in musica” 2008 per il comune di San Mauro Torinese, nella rassegna “Concerti aperitivo 2009” per l’associazione Ameria Umbra e i concerti dei “seminari musicali internazionali” di Vasto. Propongono il repertorio originale per mandolino e basso continuo, eseguito sul mandolino a sei cori e napoletano barocco e tiorba.

Suona in ansamble con Alessio Nebiolo e Dora Filippone, che ha portato alla luce il repertorio della musica salottiera della Torino della Bella Epoque, partecipando alla rassegna Vox Organalis dello scorso anno.

Ha inciso un disco per la TACTUS con le opere di Prospero Cauciello. Inoltre dal 2006 insegna mandolino presso l’Accademia Suzuki Talent Center di Torino. È laureata in Logopedia e in Psicologia presso l’Università di Torino.

Ultima revisione articolo: