Sciopero generale, Gd: “dalla Liguria in piazza, insieme ai nostri compagni savonesi”

Anche i partiti domani in piazza per lo sciopero unitario provinciale indetto GD Liguriadai sindacati. Tra questi i Gd: “La drammatica crisi che ha colpito e continua a colpire il tessuto produttivo, imprenditoriale e sociale della nostra Regione, è motivo di grandissima preoccupazione per noi Giovani Democratici”, spiega la segreteria regionale.

“L’enorme e rapidissima perdita di capacità produttiva e di posti di lavoro ha avuto e continuerà ad avere conseguenze devastanti su di un territorio che già da molto tempo ha dimostrato essere meno abile di altri a reagire ai cambiamenti ed ad accettare le sfide che il mondo ci mette davanti. Nel particolare, la provincia di Savona ha sofferto con più veemenza gli effetti della crisi: solo nell’area del savonese, negli ultimi due anni, imprese con una lunghissima storia, quali la Vetrotex o la FAC, hanno chiuso i battenti, ed altre, ricordiamo in primis Bombardier, soffrono la crisi in maniera pesantissima”.

“Per queste ragioni sentiamo, in accordo alla Federazione Savonese dei Giovani Democratici, che sia giusto fare nostre le istanze dello sciopero generale indetto da CGIL CISL e UIL per la giornata di venerdì 11 novembre. Uno sciopero che non è fatto per protestare contro qualcuno, ma al contrario è fatto per far arrivare al Governo un grido di allarme, assieme alla proposta di un piano strategico di interventi indispensabili per far ripartire l’economia della Provincia. Per questa ragione ci troveremo in piazza, insieme ai nostri compagni savonesi, e ai sicuramente tanti lavoratori e cittadini che vorranno far arrivare il messaggio a destinazione”, conclude la segreteria dei Giovani Democratici della Liguria.