Digital Diary sbarca in Liguria ed è subito successo “virale”

La scelta “social” dell’Agenzia di promozione turistica “In Liguria” DDLiguria_125_FRfunziona: Digital Diary, nel mese di ottobre, ha portato a Genova e nelle due Riviere, nei luoghi dell’arte, della cultura e della buona tavola, lungo le pareti del freeclimbing e attraverso altre cento esperienze, alcuni giovani e già affermati videomakers a sfidarsi per la vittoria finale attraverso la produzione di una video clip della durata massima di 3 minuti. Il concorso è durato 3 mesi dal 20 dicembre al 20 marzo, data in cui è stato stoppato il contatore delle visualizzazioni sul canale YouTube. Risultato complessivo 145mila visualizzazioni complessive, quasi 2.000 condivisioni in tutto il mondo. È anche la prova che, contrariamente a quanto spesso si afferma, all’estero il brand Liguria è noto e visibile.

Questo progetto è il nuovo tassello di una strategia che in poco tempo ha portato la Liguria ha essere tra le cinque prime realtà turistiche italiane meglio affermate nel mondo dei social. E già in poche settimane dalla loro pubblicazione i sette video, tra i quali quest’oggi vengono presentati i primi tre assoluti, hanno avuto visualizzazioni da record su Youtube o sulla pagina Facebook della Liguria. Le esperienze raccontate in un video dai sette giovani registi stranieri, hanno sortito l’effetto sperato: hanno fatto innamorare della Liguria chi ha cliccato sul web. Lo scopo del progetto, del resto, era quello di portare “ai quattro angoli del pianeta” una Liguria nuova attraverso i filmati condivisi in modo virale.

Digital Diary è un copyright proprietario di “Can’t Forget Italy”, società di Mikaela Bandini, sudafricana d’origine ma lucana di adozione. Ama la sua patria d’elezione – l’Italia – e ha ideato questo format simpatico e innovativo attraverso il quale ha già promosso la Basilicata e il Trentino, declinandolo ogni volta in modo diverso per mantenere l’originalità e la tipicità di ogni regione.

Il progetto adottato dall’Agenzia regionale nell’autunno scorso ha previsto la selezione di 7 videomaker tra gli 84 che avevano sottomesso la candidatura ufficialmente, che sono stati ospitati in Liguria una settimana. Hanno filmato, conosciuto luoghi e persone, sono entrati nel cuore e nell’anima della Liguria. Ognuno con la propria arte e la propria sensibilità, senza limitazioni imposte dall’Ente di promozione turistica. L’obiettivo era avere la loro visione genuina delle emozioni vissute in Liguria. Il risultato è stato incredibile: bellissimi e unici i sette video, che sono già un fiore all’occhiello nel panorama della promozione turistica. I sette prescelti per bravura, stile e la loro storia, sono arrivati da Madrid, Cape Town, Sidney, Toronto, San Pietroburgo, Parigi e Monaco di Baviera con bagagli leggeri e attrezzatura filmica “pesante” ma d’avanguardia e ad altissima definizione.

Ora, al di là del risultato finale, del campione e dei posti d’onore, la vera novità è rappresentata dal fatto che tutti i materiali sono copyleft, ossia liberi da diritti, e quindi l’Agenzia in Liguria offre questo materiale prezioso e di altissimo livello (700 fotografie e 7 video clip) agli operatori turistici liguri per le loro attività promozionali. A partire dalla settimana prossima sarà possibile scaricare da una cartella su DropBox sia le fotografie che le videoclip, gli operatori turistici liguri riceveranno le credenziali di acceso attraverso una lettera del Direttore dell’Agenzia Enisio Franzosi. È la prima volta, che un’azione di promozione turistica fatta con un investimento pubblico ha una ricaduta concreta e tangibile per gli operatori lasciando un patrimonio di immagini e video di alto livello a disposizione di tutti.