Apprendistato di Alta formazione, Costi (Confartigianato): “Uno strumento che aiuta i giovani a inserirsi nel mondo del lavoro ed eleva le nostre micro e piccole imprese”

«L’accordo sottoscritto oggi rappresenta un passo in avanti sulla strada Luca Costi Confartigianato Liguriadell’apprendistato, con una formula, quella dell’alta formazione, che punta a creare una forte sinergia tra ambiente di studio e di lavoro. Un’innovativa tipologia contrattuale basata non solo su un metodo molto concreto e produttivo per i giovani e le aziende, ma anche sulla valorizzazione delle nostre micro e piccole imprese, elevandole a soggetti formativi in grado di trasmettere competenze professionali ai giovani e, nello stesso tempo, dare loro uno strumento efficace per entrare nel mondo del lavoro».

RobertoMichels

È il commento di Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, dopo la firma del Protocollo d’intesa tra Regione Liguria, Università di Genova e associazioni sindacali e datoriali sulla “Disciplina dell’apprendistato di alta formazione”. Firma che darà il via alla prima fase sperimentale, di durata triennale, per l’attivazione di percorsi di alternanza studio-lavoro finanziati dalla Regione e monitorati da un’apposita “cabina di regia”.

Obiettivo dell’intesa, disciplinare la durata e le caratteristiche dei percorsi di alta formazione rivolti ai giovani tra i 18 e i 29 anni e assunti con contratto di apprendistato da aziende liguri. «Fin dalle fasi iniziali del percorso formativo, la cooperazione tra le parti sarà fondamentale – aggiunge Costi – Soprattutto per individuare il percorso di alternanza studio-lavoro più adatto a ogni singolo giovane: la “personalizzazione” avverrà in base alla durata del percorso, alla specificità dell’istituto, ai fabbisogni dell’apprendista e alle esigenze dell’azienda, che avvalorerà il proprio contributo con il riconoscimento dei crediti formativi.

Per questo, i corsi potranno essere adeguati a quelli già esistenti per l’inserimento del giovane nell’azienda, ma potranno anche essere riprogettati e creati “su misura” dei gruppi di apprendisti e dell’impresa». Percorsi che porteranno i giovani al conseguimento di laurea triennale e magistrale, master universitario di primo e secondo livello, master accreditati dall’Asfor (Associazione manageriale per la formazione manageriale) e dottorato di ricerca.

Ultima revisione articolo: