Incontro avvocato Matteo Ceruti e associazioni savonesi che combattono contro il carbone

Incontro oggi a Savona tra l’avvocato Matteo Ceruti – esperto di cause centrale TP 02ambientali dello Studio Ceruti di Rovigo noto per vari processi tra cui quello contro la centrale Enel di Porto Tolle – e i rappresentanti delle associazioni savonesi che combattono contro il carbone.

Ceruti è l’avvocato che ha redatto l’esposto penale di 80 pagine (più 500 pagine di allegati) presentato qualche mese fa alla Procura della Repubblica di Savona che segnalava le presunte responsabilità che possono aver avuto nella vicenda Tirreno Power le autorità politiche e amministrative della Regione Liguria, dei Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, delle varie amministrazioni comunali e provinciali, per finire agli organismi di controllo.

Da tale esposto, sostenuto e firmato dalle tante associazioni aderenti alla Rete savonese Fermiamo il carbone in collaborazione con le associazioni nazionali Greenpeace, Wwf, Lega Ambiente e Arci, è scaturito il filone d’inchiesta della Procura relativo al funzionamento, alle autorizzazioni e ai controlli della centrale termoelettrica Tirreno Power.

Sulle questioni della centrale domani, sabato 22 marzo, alle 9,30 presso la Sala Rossa del Comune di Savona si svolgerà l’incontro “Ma che colpa abbiamo noi?” con il prof. Annibale Biggeri – già consulente della magistratura nella vicenda Ilva di Taranto – e alcuni avvocati locali della Rete fermiamo il carbone.

Ultima revisione articolo: