Gruppo Speleologico Savonese: si chiudono le iscrizioni al 37esimo Corso di Speleologia

Stasera, venerdì 21 marzo, alle ore 21 presso il Salone del Dopolavoro Grotta SpeleologaFerroviario di Savona (via Pirandello 10 r), si chiuderanno le iscrizioni del 37° Corso del Gruppo Speleologico Savonese e si terrà la seconda lezione teorica del corso, durante la quale saranno illustrate le tecniche che gli speleologi utilizzano per percorrere in sicurezza le grotte, nei percorsi accidentati lungo i pozzi, le strettoie, le forre e i torrenti sotterranei.

Domenica si terrà invece l’esercitazione pratica dedicata all’addestramento delle tecniche di discesa e risalita su corda, utilizzate in grotta e nei canyon per superare i dislivelli verticali dei pozzi e delle pareti e i dislivelli orizzontali lungo le forre e i torrenti sotterranei.

L’esercitazione didattica si terrà presso la “Palestra speleologica” della Cava di Verezzi, oppure presso l’antro iniziale della “Grotta dell’Edera”, nel Finalese (lo si deciderà in base alle condizioni meteorologiche: ci si muoverà anche in caso di pioggia).

Il corso è omologato dalla Scuola Nazionale della Società Speleologica Italiana (CNSS-SSI): le iscrizioni al corso si chiudono prima dell’esercitazione in palestra, perché solo con le tecniche apprese sarà possibile percorrere le grotte dove si terranno le escursioni didattiche delle successive domeniche.

L’intento del nuovo corso del GSS-DLF è quello di fornire a nuovi “adepti” le chiavi del mondo delle grotte e delle acque sotterranee, aprendo loro le porte della Speleologia, una disciplina che riunisce in sé sport, ricerca e avventura e che può essere praticata da chiunque, senza distinzione di età, sesso o capacità fisica.

La ricerca speleologica può infatti essere effettuata a vari livelli di difficoltà, sia all’aria aperta (con battute alla ricerca di nuove grotte, sorgenti e inghiottitoi), sia, ovviamente, nelle grotte, all’interno delle montagne.

La speleologia può essere praticata agevolmente a pochi passi da casa, nelle varie aree carsiche del Savonese (Bergeggi, Stella, Finale, Bardineto, Millesimo, Calizzano, Toirano, ecc.), o in varie parti di Italia e del mondo.

Speleologi del GSS-DLF hanno infatti condotto ricerche pure in altre regioni (Toscana, Piemonte, Friuli) e in altre parti del mondo (Cuba e Messico, oltre che nella storica “Isola di Saona”, nella Repubblica domenicana, l’isola che nel 1494 Cristoforo Colombo (dopo avere scoperto l’isola di Cuba) donò al savonese Michele da Cuneo).

Le lezioni teoriche del corso proseguiranno poi tutti i venerdì sera presso il Dopolavoro Ferroviario, gratuite e aperte alla partecipazione di tutti gli interessati.

Ulteriori informazioni si potranno avere venerdì sera presso il Dopolavoro Ferroviario (via Pirandello 10 r – Savona) e presso la direzione del corso (Fabrizio, tel. 019.2304.114 – cell. 349.7317.211, e Gianmario, cell. 349.423.1930).