“Testamento biologico e problemi di fine vita”: se ne discute in Sala Rossa a Savona

Sabato 15 marzo alle ore 9,30, nella Sala Rossa del Comune di Savona avrà Savona Palazzo del Comuneluogo la presentazione del volume degli Atti del Seminario di Approfondimento su “Testamento biologico e problemi di fine vita” che si svolse a Savona il 25 marzo 2011, con la partecipazione attiva dello scienziato Ignazio Marino, oggi sindaco di Roma.

Editore del libro è l’Associazione Volontaria “G. De Vincenzi” e il suo presidente Ugo Folco, già primario oncologico al Santa Corona di Pietra Ligure. Promotori dell’iniziativa sono il Comitato per il Testamento Biologico (presieduto dal sen. Giovanni Urbani) e il Coordinamento del Personale Sanitario per il Testamento Biologico (coordinato dal dott. Lionello Parodi).

Lo scopo è rilanciare il tema che ha assunto nel frattempo una rilevanza ed una attualità ancora maggiori, ma che soffre di una insufficiente conoscenza e presa di coscienza e quindi di un impegno ancora debole da parte dell’opinione pubblica più larga e degli stessi operatori del settore.

L’evento avrà luogo dalle 9.30 alle 12.45 con una relazione del prof. Carlo Flamigni che ha presieduto il Comitato Nazionale di Bioetica, ne fa tuttora parte ed è da sempre impegnato nella ricerca scientifica e nella divulgazione.

Il Sindaco Federico Berruti ribadirà – nel suo saluto – l’impegno del Comune di Savona a dare centralità e priorità al tema, assumendo misure concrete e puntuali che consentano di passare dalle parole ai fatti sia in città che in provincia.

Il moderatore Giorgio Menardo, già primario internista al San Paolo, assicurerà un particolare rilievo alle comunicazioni di Fiorenza Giorgi, magistrato e di Simonetta Lagorio, presidente dell’Associazione “Savona Insieme”, impegnata nella assistenza domiciliare ai malati oncologici terminali, forte di 64 volontari.

Si prevede che il dibattito – pur nella ristrettezza dei tempi – sarà intenso e significativo per il contributo che verrà da personalità di rilievo interessate ai temi in discussione. Ci sarà infine una breve conclusione operativa di Franca Ferrando.