Alassio: per le steward dell’ambiente Corso di formazione sui protocolli di protezione civile in caso di disastri naturali

Le steward dell’ambiente, dopo le campagne di comunicazione dedicate alle Corso Alberghierotematiche del riciclo e la difesa dell’ecosistema marino con il progetto “zero oli alimentari nel santuario dei Cetacei” si preparano, con un corso ad hoc, sui protocolli di protezione civile in caso di disastri naturali.

Il percorso formativo sarà coordinato dai docenti dell’Alberghiero di Alassio Antonella Annitto, Gianni Marello, Monica Barbera e Franco Laureri ed articolato sulle seguenti tematiche: il rischio alluvionale nel Comune di Alassio, il modello di intervento della Protezione Civile comunale e l’informazione alla popolazione.

Il corso di formazione tenuto dal geologo Alessandro Scarpati, in collaborazione con l’azienda Ecogrid, è propedeutico all’esercitazione di protezione civile del prossimo 28 marzo che avrà come contesto una fase di Allerta idrogeologico di livello 2, alla quale corrisponde uno scenario di criticità elevata, con innalzamenti significativi dei livelli idrici negli alvei tali da provocare la fuoriuscita delle acque, con conseguente sormontamento di passerelle e ponti e inondazione dei centri abitati.

Il progetto dell’esercitazione sul rischio idrogeologico, voluto dall’Assessore alla protezione civile del Comune di Alassio , Angelo Vinai, è organizzato con la collaborazione dal geologo, Alessandro Scarpati, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Disaster Manager, e vede la partecipazione attiva delle componenti locali delle Forze dell’Ordine, Polizia Municipale, Gruppo Comunale di Protezione Civile di Alassio, Croce Rossa, Croce Bianca, volontari della Associazione Nazionale Alpini, Società Nazionale Salvamento, Associazione Nazionale Carabinieri, ARES e Circolo Nautico Al Mare.

Il piano di prevenzione prevede una serie di protocolli da rispettare tra i quali, una parte significativa è dedicata alla comunicazione del rischio e vedrà il coinvolgimento delle studentesse del “Giancardi” in veste di steward con Info Point nelle settimane precedenti all’esercitazione.