Loano: in Corso Europa intitolazione a Gianpiero Bestoso del giardino pubblico

Il giardino pubblico di Corso Europa, che da poco ha subito un completo Loano Giardino Corso Europa2restyling, sarà intitolato il 16 marzo a Gianpiero Bestoso, volontario della Croce Rossa Italiana.

I lavori di riqualificazione sono stati programmati dall’Assessorato all’Ambiente e al Verde Pubblico, e realizzati dai giardinieri, cantonieri e operai dell’officina del Comune di Loano.

“Nell’area – spiega l’Assessore Ino Tassara – sono stati messi a dimora tre alberi di olivo, due di carrubo, tre di palma nana e vari arbusti quali il bosso, la grevillea, il callistemo e la photinia. Queste nuovi arbusti hanno sostituito alcune piante che erano a rischio statico e con funzioni vegetative compromesse per la riduzione e l’asfissia dell’apparato radicale. Nei giorni di pioggia intensa, infatti, uno dei tre pini presenti nel giardino si è abbattuto.

Inoltre, è stata sistemata la pavimentazione, installato il corrimano sugli scalini di accesso al giardino ed è stata realizzata la pulizia e la verniciatura degli arredi urbani (panchine, fioriere, cestini getta carta, pali dell’illuminazione pubblica).”

Il comitato che ha chiesto di intitolare i giardini alla memoria di Giampiero Bestoso è composto da cittadini che sono tutti ex militi e simpatizzanti della C.R.I. di Loano: Nicolò Rabaglia, Ferdinando Torterolo, Carlo Briozzo, Giancarlo Mel, Liliana Zecchinato, Iosella Cavo e Carmen Pedullà.

L’Amministrazione Comunale Pignocca ha accolto la richiesta con l’intento di onorare la memoria di Giampiero Bestoso, volontario della Croce Rossa Italiana di Loano.

Nato a Stellanello (SV) il 28 agosto 1936, Giampiero Bestoso si è trasferito a Loano con la famiglia, moglie e due figli, dove ha gestito l’Albergo-Ristorante “Le Caravelle”. Nel poco tempo libero a disposizione ha svolto, a titolo gratuito, l’attività di Volontario del Soccorso della Croce Rossa Italiana in qualità di autista-soccorritore in forza al Sottocomitato C.R.I. di Loano presso cui si era iscritto nel 1978. Il 26 agosto 1983, in occasione di un servizio di trasporto infermi insieme al volontario Italo Bianco, è stato travolto e ucciso da un auto che transitava a tutta velocità. Il Commissario Straordinario della Croce Rossa Italiana Ugo Tavernini, dopo poco tempo, su richiesta dell’Ispettore Nazionale dei Volontari del Soccorso della C.R.I. Massimo Barra, ha conferito al volontario Gianpiero Bestoso la Medaglia d’Argento della C.R.I.

Alla cerimonia d’intitolazione, che si svolgerà domenica 16 marzo, a partire dalle ore 8.00 con la Santa Messa celebrata nella Parrocchia S. Giovanni Battista, sono state invitate le autorità civili, militari e religiose, i Sottocomitati e Comitati della C.R.I. e le Pubbliche Assistenze della Liguria. Dopo la funzione religiosa, il programma prevede, alle ore 11, il corteo che partirà da Piazza Italia per raggiungere corso Europa dove sarà scoperta la targa dedicata a Gianpiero Bestoso.