Albenga- Mentre a destra si litiga, nasce la quarta lista a sostegno di Cangiano

cangianosindacodi Mary Caridi – Mentre a destra sono ancora in corso fuochi d’artificio e non è ancora sorto all’orizzonte il nome – quello definitivo –  presi come sono a farsi la guerra santa, Giorgio Cangiano va per la sua strada, completando la geografia della sua coalizione di centro-sinistra. Sin dal primo annuncio dei nomi del medico Riccardo Tomatis e del professionista Diomedi, era prevedibile che fosse in cantiere l’operazione “quarta lista”.

La prima lista raggruppa i nomi di esponenti del partito democratico. La seconda è “Talea d’Albenga”,  un mix civico/politico con Passino e Varalli –  due  esponenti che siedono in consiglio comunale – e persone note come Tealdi ed altre che sono impegnate ormai da alcuni anni a far crescere il consenso della loro formazione.

Poi la terza, “Voce alla gente”, quella di  Mauro Vannucci e Ubaldo Pastorino, a cui ora si  aggiunge un nuovo nome, quello di Marco Ballabio, avvocato e figlio del noto professore già protagonista del mondo politico-amministrativo in passato.

E arriviamo alla quarta lista. Sono stimati esponenti del mondo delle professioni che per la prima volta scendono in campo per misurarsi in una  campagna elettorale. Figure nuove al mondo della politica, entrate nella competizione per la fiducia e la stima che nutrono per Giorgio Cangiano, si muovono con l’entusiasmo di una nuova sfida che divenga “Rinnovamento ingauno”, lista civica al cui interno sono già schierati Andrea Diomedi e Riccardo Tomatis.