Capitan Fracassa: l’Associazione Vecchia Loano ha acquisito i diritti della Maschera ligure

L’Associazione Vecchia Loano ha acquisito i diritti della Maschera ligure, Loano Maschera Capitan Fracassa 3che affonda le radici nella tradizione della Commedia dell’Arte: Capitan Fracassa.

L’associazione loanese, che da 23 anni organizza il carnevale con il sostegno del Comune di Loano, nasce con lo scopo statutario di riprendere le tradizioni e la cultura del territorio legate al Carnevale, che a Loano si festeggia da più di cento anni.

Nello svolgere con passione ed entusiasmo le ricerche sulla storia del carnevale in Liguria, è emersa la figura di Capitan Fracassa, annoverata come maschera ligure. Con l’intento di valorizzare questo tradizionale personaggio l’Associazione Vecchia Loano ha provveduto alla registrazione di Capitan Fracassa, acquisendone i diritti.

L’Associazione, inoltre, sempre nell’ambito dell’attività di ricerca, ha avviato una stretta collaborazione con l’ente “Maschere d’Italia di Parma”, per la nascita del primo registro ufficiale delle maschere italiane, di cui il sodalizio loanese sarà referente per la Liguria.

Il presidente Santino Puleo traccia una storia del sodalizio e delle ragioni che hanno portato l’Associazione Vecchia Loano all’acquisizione dei diritti della maschera di Capitan Fracassa:

«L’Associazione Vecchia Loano, da 23 anni, ente organizzatore del carnevale loanese con il contributo del Comune di Loano, ha il piacere di presentare la “Festa del Carnevale 2014 aspettando il CarnevaLöa”.

Il nostro ente, fondato nel 1990, si occupa di tradizioni, cultura e manifestazioni del nostro territorio, decidemmo di ripristinare il carnevale loanese, cessato negli anni ’80.

Famose fin dai primi del 1900, le sfilate di carri allegorici, richiamavano a Loano migliaia di spettatori da tutta la Liguria e dal Piemonte, rendendola negli anni una straordinaria tradizione, vanto della città.

Nel 1991 si progettò un carnevale con i carri allegorici, motivati dall’entusiasmo e dalla maestria del nostro compianto maestro Mario Cenere.

A causa della guerra del Golfo in atto in quell’anno, si posticipò la prima edizione del Carnevale, all’anno 1992. Fu un grande successo, sebbene con pochi carri passammo nei caruggi di Loano. L’anno 1993, con qualche carro in più, vide la seconda edizione sfilare su corso Roma, sede storica delle sfilate “Carnascialesche”.

Con il passare degli anni, il Carnevale diventò un evento tra i più apprezzati in Italia, prendendo il nome di “CarnevaLÖA”, arrivando anche a presentare un’edizione estiva, unica nel nord Italia.

Purtroppo, nel 2010 un incidente fortuito provocò un incendio nel capannone ad uso temporaneo, in cui si erano trasferiti i volontari dell’associazione, per l’allestimento dei carri.

Da quell’anno, è stato sospeso l’allestimento dei carri, festeggiando il carnevale dei bambini e la sfilata delle maschere ospiti provenienti ormai da tutta Italia.

Finalmente, dopo 4 anni, l’amministrazione Loanese, è riuscita a mantenere la promessa, terminando la costruzione del nuovo capannone per il CarnevaLOA e le altre associazioni ludiche, permettendoci di riprendere da dove eravamo rimasti questa antica e bella tradizione delle sfilate con i carri allegorici.

Per rendere ancora più completa e festosa, la rinascita del CarnevaLOA, il nostro sodalizio presenta tutti gli anni le più belle e famose maschere facenti parte della storia e della cultura della Commedia dell’Arte, parte importante della letteratura nazionale, con l’intento di valorizzarla e renderla nota anche ai ragazzi.

A testimonianza del nostro legame con il Carnevale, c’è la presenza dell’artista Cesare Guidotti, uno dei rari mascherai in Italia, creatore e scultore di stupende maschere in cuoio, fedeli riproduzioni delle più importanti maschere italiane della commedia dell’arte.

La passione e l’entusiasmo che nutriamo per questa festa ci ha portato a scoprire (dopo un’attenta ricerca) Capitan Fracassa, un personaggio tra i più importanti a livello nazionale, annoverato come maschera ligure. Pertanto il nostro ente ha provveduto alla registrazione di Capitan Fracassa, acquisendolo come diritto.

La ricerca ci ha portato anche a collaborare con l’ente “Maschere d’Italia di Parma”, diventandone collaboratori importanti per la nascita del primo registro ufficiale delle maschere italiane».