“Viole per Enza”: a Finalborgo spettacolo contro il femminicidio

Lo Zonta Club e la Compagnia di Espressione Corporea di Finale Ligure Viole per Enzapresentano domenica 23 febbraio all’Auditorium di santa Caterina a Finalborgo, all’interno della rassegna “Percorsi Teatrali” promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Finale Ligure, lo spettacolo “Viole Per Enza. Sette storie di donne, sette storie di violenza”, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione contro il femminicidio promossa da Zeroconfini Onlus (ore 17).

Lo spettacolo è diretto da Luisa Zanoli e racconta sette storie di donne che si sono battute per cause importanti: Lea Garofalo, testimone di giustizia, vittima della ‘ndrangheta; Isoke Aikpitanyi, testimonial della campagna “Viole per Enza”, da tempo impegnata per liberare dalla tratta le ragazze nigeriane; Nahal Sahabi, vittima della repressione di Stato in Iran; Marisela Ortiz Rivera, impegnata nella lotta al femminicidio a Ciudad Juarez (Messico); Assetou Billa Nonkane, impegnata nella lotta contro le mutilazioni genitali; Neda Agha-Soltan, vittima della repressione a Teheran; Anna Politkovskaja, giornalista, denunciava i diritti violati del popolo russo e ceceno.

Testi di Antonetta Carrabs, Iride Enza Funari, Alessandra Arcadu, Chiara Gelmetti. Voci recitanti: Giulia Auligine, Stefania Bonora, Luisella Dall’Acqua, Greta Dressino, Martina Galvagni, Cristina Guidali, Antonietta Rembado, Cristina Santambrogio, Carla Spinola.

Espressione corporea Doriana Fossati, Caterina Frauto, Cristina Frumento, Cristina Guidali, Marta Lanzini, Tiziana Lavezzaro, Milla Morotti e Arianna Vallarino.

Musiche eseguite da Riccardo Pampararo (chitarra classica), Ubaldo Achiardi (violino), Nicola Viassolo e Alessandro Cara (sax). Martina Galvagni (soprano), Greta Dressino, Caterina Frauto (cantanti).