Parliamo di Legalità: a Borghetto Peppino Impastato ricordato dal fratello Giovanni

Questa mattina, venerdì 21 febbraio, alle ore 9.30 più di trecento alunni, impastato funerali 01delle scuole medie e superiori della provincia di Savona sono intervenuti con entusiasmo e grande partecipazione al secondo appuntamento del Progetto “Parliamo di Legalità 2014.

Giovanni Impastato ha parlato ai giovani, raccontando loro le idee di Peppino Impastato: esempio di “rottura” , cambiamento e impegno dal basso contro la mafia. Un ragazzo che ha dedicato la sua vita alla lotta contro la criminalità organizzata usando la comunicazione, la cultura e l’impegno sociale.

Peppino non ha mai abbandonato la sua terra, la sua Cinisi, una terra che voleva liberare dal cancro della mafia. Peppino ha operato una rottura radicale e storica, una rottura che ancora oggi semina grandi speranze nei giovani e in tutto coloro che si riconoscono nelle idee di questo grande uomo e nella sua straordinaria famiglia.

L’incontro, prolungato dall’interesse degli stessi studenti, è durato un paio d’ore circa, ed è stato costellato dalle molte domande fatte dagli alunni.

“Il progetto Parliamo di Legalità, nato dalla volontà di divulgare la cultura della Legalità e della giustizia, ha avuto per il secondo anno consecutivo un’ampia adesione da parte delle Scuole, che hanno accolto con entusiasmo l’invito ad intervenire alle giornate a loro dedicate”, dichiara l’assessore alla cultura Maria Grazia Oliva. “Nel prossimo appuntamento, martedì 25 Febbraio , continueremo il percorso avviato di approfondimento dei temi di legalità e mafia, incontrando S.E. il Prefetto di Savona Gerardina Basilicata e il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Alessandro Parisi. Un particolare ringraziamento è rivolto alle Istituzioni per il supporto, alle Scuole e agli Insegnanti per la partecipazione e alla TPL trasporti srl, che attivando corse di linea aggiuntive, ha dato l’opportunità alle scuole di intervenire, senza disagi, agli incontri in programma”.