Alassio: chiusi parchi, giardini, cimiteri e il Pontile Bestoso

Galtieri: "la chiusura del Molo simbolo del recepimento di un impegno che tutti noi dobbiamo prendere nei confronti di noi stessi, dei nostri cari, del nostro prossimo: stare a casa!"

Molo di Alassio verso il mare

Alassio | Emergenza coronavirus: controlli e ulteriori limitazioni ad Alassio per “disincentivare passeggiatine e affini, ben al di fuori delle deroghe ex DPCM” (Vedi QUI: Coronavirus, ad Alassio 1250 fermati, 130 autocertificazioni e 7 denunciati).

RobertoMichels

Da venerdì 20 marzo, con apposita ordinanza sindacale, il Comune di Alassio chiuderà al pubblico i parchi di San Rocco e di Villa Fiske, il Cimitero (anche quello della frazione di Moglio), tutti i giardini pubblici della città e delle frazioni e il Pontile Bestoso.

“Gli uffici stanno predisponendo l’ordinanza – dichiara Angelo Galtieri, vice sindaco di Alassio – che sarà effettiva a partire da domani mattina e fino alla scadenza degli effetti del DPCM. Già nel pomeriggio inizieranno a chiudere gli spazi e transennare il Molo. Una scelta, quella di chiudere uno dei luoghi più caratteristici della città, che vuole avere anche il valore simbolico di una chiusura e del recepimento di un obbligo, quello di restare nelle proprie abitazioni, che deve essere rispettato: un impegno che tutti noi dobbiamo prendere nei confronti di noi stessi, dei nostri cari, del nostro prossimo. Del resto, diciamolo: non si ravvisano ragioni inderogabili che possano spingere le persone ad raggiungere la punta del molo””.

“Il molo – dice il presidente del Consiglio con delega alle Manifestazioni, Massimo Parodi – da sempre simbolo di Alassio, del suo golfo, e quindi cartolina per eccellenza della Riviera Italiana, negli ultimi anni è stato anche un esempio di movida e divertimento, vogliamo sia anche una icona ed un simbolo del motto ‘io sto a casa’, oggi principale dovere di tutti noi italiani, cittadini dell’Europa e del Mondo”.


UTILITÀ
Coronavirus, ma io sono malato? Cosa fare in caso di dubbi
Coronavirus: Far fronte allo stress durante l’epidemia di Covid-19 (e dare supporto ai bambini)
Coronavirus: cosa fare se si è costretti all’isolamento?
Numero verde regionale 800 593235 a disposizione delle persone anziane fragili per la consegna dei farmaci o della spesa a domicilio
Emergenza coronavirus: le buone norme igieniche quotidiane per la prevenzione
Coronavirus e animali d’affezione, che cosa si può fare e che cosa no
Emergenza coronavirus: cosa resta aperto e chi deve chiudere

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO