Albenga: ordinanza del sindaco obbliga i cittadini a indossare la mascherina

“Dal giorno 8 aprile – si legge nell'ordinanza – al giorno 13 aprile 2020, ogniqualvolta si acceda, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche o in altro luogo chiuso in cui è previsto l'accesso generalizzato di persone, l'accesso è consentito solo indossando mascherine”

coronavirus nel tunnel

Albenga | Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis ha firmato oggi l’ordinanza con la quale si obbligano i cittadini a indossare la mascherina all’interno di esercizi commerciali e uffici. «Dal giorno 8 aprile – si legge nell’ordinanza – al giorno 13 aprile 2020, ogniqualvolta si acceda, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche o in altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone, l’accesso è consentito SOLO INDOSSANDO MASCHERINE. Le mascherine andranno indossate anche mentre si attende in coda il proprio turno all’esterno delle sopradette attività, rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri» (leggi QUI in copia pdf l’ordinanza integrale).

“Ho aspettato a emettere questa ordinanza – afferma Tomatis – che arrivasse, nella disponibilità del Comune, un certo numero di mascherine. Per questo ringrazio il signor Antonio Galati che ce ne ha fatte recapitare 8 mila dalla Cina. Una parte di queste andrà alle strutture sanitarie e una grande parte rimarrà nella disponibilità del Comune”.

Da domani inizieremo a distribuirle presso alcune attività commerciali della città. Vorrei ringraziare tutte le associazioni di volontariato che si sono rese disponibili a eseguire questo servizio. Ne approfitto per ricordare che indossare la mascherina è estremamente importante, gli ultimi studi scientifici ce lo confermano, ma non sostituisce tutte quelle misure di precauzione che il Ministero ci sta indicando già da tempo. Quindi, cerchiamo di rimanere a casa il più possibile, usciamo solo per motivi di estrema necessità, salute o lavoro e vedrete che tutti insieme riusciremo a superare questo brutto momento” conclude il sindaco Riccardo Tomatis.