Pd: presentato il documento “La Buona Scuola” promosso dal Governo Renzi

Ieri presso la Sala Consiglio del Comune di Savona si è svolto l’incontro con Anna Giacobbe 01le deputate Mara Carrocci e Anna Giacobbe per presentare il documento “La Buona Scuola” promosso dal Governo Renzi, che nelle scorse settimane ha avviato una consultazione nazionale, un grande dibattito pubblico, sul futuro della scuola che immaginiamo per l’Italia.
«Pensiamo sia utile dare alle proposte e alle valutazioni che verranno dal nostro territorio un “filo conduttore”, incentivando il confronto tra punti di vista diversi, tra docenti, personale della scuola, studenti, genitori, amministratori locali, sindacati e associazioni che operano con e nella scuola», dichiara Fulvio Briano, Segretario provinciale PD Savona: «Non esistono soluzioni semplici a problemi così complessi; la scuola è davvero una nostra priorità e vogliamo contribuire, anche nel nostro territorio, a costruire e condividere un progetto comune, realistico, ma ambizioso».
«Vogliamo fare sì che una consultazione trasparente, pubblica, diffusa, non solo online, non sia semplicemente una raccolta di pareri, ma l’occasione per promuovere un confronto vero su come stanno le cose e come le vogliamo cambiare. Come Partito Democratico di Savona abbiamo costituito un gruppo di lavoro ed è possibile inviare i propri contributi all’indirizzo mail staff.annagiacobbe@gmail.com oppure tramite la pagina Facebook “La Buona Scuola PD Scuola Savona”. Nelle prossime settimane, poi, organizzeremo ulteriori approfondimenti tematici o incontri decentrati sulla base dei suggerimenti che avremo raccolto», conclude Briano.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo:

1 Commento

  1. Sono una docente che ha subito minaccia di morte dalla madre di un mio alunno. Perché’ non mi ha aiutata nessuna e la dirigente scolastica se ne è lavata la mani, anzi a settembre ha dato le dimissioni anticipate, perdendo il totale della pensione che avrebbe potuto prendere?
    Sono stata lasciata da sola, sono precaria e malgrado la stessa scuola mi abbia richiamata sull’avente diritto, ho dovuto abbandonare i miei bambini DSA.
    Delusa, amareggiata è spaventata, spero in una vostra risposta.
    Dovrò pagarmi le spese avvocatizie, con quali soldi????? Da giugno prendo l’assegno di disoccupazione.
    In Fede
    Marina Signorelli.

I commenti sono bloccati.