Albenga, il sindaco Cangiano ha ufficializzato la Giunta; mercoledì 11 giugno il primo Consiglio Comunale

Ufficializzata oggi dal sindaco Giorgio Cangiano la nuova Giunta del Comune di Giorgio Cangiano 2014Albenga, con l’attribuzione delle relative deleghe.

Il sindaco conserva le deleghe all’Urbanistica e alla pianificazione; gli Assessori, invece, sono: Riccardo Tomatis, al quale viene attribuito il ruolo di Vicesindaco nonché le deleghe allo sport, alla cultura ed all’integrazione sociosanitaria; Simona Vespo (politiche sociali, volontariato, pari opportunità ed ufficio casa); Tullio Ghiglione (lavori pubblici, demanio, patrimonio); Alessandro Andreis (agricoltura, commercio, artigianato); Paola Allaria (bilancio, enti e società partecipate).

«Sentiti i Consiglieri Comunali di maggioranza – spiega il sindaco Giorgio Cangiano – posso comunicare che per l’incarico di Presidente del Consiglio Comunale verrà proposto il nominativo di Alberto Passino, al quale viene altresì attribuita la delega al turismo. Ai Consiglieri Comunali di maggioranza, che incontrerò nei prossimi giorni, verranno assegnate importanti deleghe al fine di valorizzare le competenze di ciascuno nell’interesse della città».

Il primo Consiglio Comunale avrà luogo mercoledì 11 giugno 2014 alle ore 20.30. «Siamo consapevoli che il lavoro che ci attende è particolarmente complesso ma abbiamo la ferma intenzione di svolgerlo con determinazione, trasparenza e passione. Ringrazio tutti per la disponibilità e la fiducia», conclude il sindaco Giorgio Cangiano.

16 Commenti

  1. Allora aveva ragione Varalli… (nella polemica che era solo in un altra testata online ..e nella carta stampata)? Ma gli accordi dopo o prima del voto chi li presi? Cera anche Varalli o no? Di solito queste cose si discutono in una riunone tutti insieme.
    Fatto stà che in questo modo una lista non è rappresentata e viene segata, come manco fosse esistita, senza il diritto di parlare e partecipare alla vita politica.
    Questo è il premio per aver portato acqua e avere subito di sentirsi chiamare supporter del pd o diversamente piddini o finta lista civica?
    Credo che un altra volta ci penseranno bene.

  2. Sono circa 1600 al mese… dopo il sindaco è il secondo meglio pagato in comune di tutti i politici

  3. Varalli DEVE stare fuori dal consiglio comunale le sue dichiarazioni minano giá la stabilità della maggioranza
    Bruttissimo esempio di democristiano da prima repubblica

  4. I voltagabbana adesso fanno schifo a tutti ma per campare voti a favore di Cangiano andavano bene! Questa è la coerenza della sinistra ingauna!!!!

  5. Il sindaco Cangiano sarà un grande sindaco di Albenga, se ne facciano una ragione tutti i ragnetti velenosi che tentano di commentare senza argomenti. Un vero politico e Dio sa se Albenga non aveva davvero bisogno. Forza Giorgio!

  6. Cangiano ha dimostrato di avere una notevole autonomia do giudizio, anche in barba agli apparati di partito e civici. Bravo Giorgio, continua così.

  7. Ho letto adesso l’intervento del piddino Luigi: una mistificazione totale della realtà che è ben altra. Varalli avrebbe dovuto essere il candidato sindaco di una lista che si fà chiamare civica…se fosse civica. Avrebbe preso anche più voti del sindaco del PD. Se cè uno che invece è l’anima davvero civica e non di spalla al PD è proprio Varalli…

  8. A dimostrazione che il sindaco era del PD e che la “copertura civica” era l’ennesima presa per i fondelli, ecco servita la giunta rossa…rossiccia và!
    Il macchinario di partito ha fatto manbassa nell’esecutivo e adesso ci saranno da spartire le nomine.
    Delirio di onnipotenza con il consenso della gente che ha la memoria corta.
    Sindrome di Stoccolma?

  9. bravo Giorgio, nessun posto per i voltagabbana (purtroppo Boscaglia ha i voti)nemmeno per Varalli che si è offerto a tutti (persino in pd) pronto a lasciare Talea senza un posto pur di averlo lui. Talea, apprezzata da tutti, ha pagato il fatto che non si poteva dargli nulla se non inserendo Varalli e nessuno vuole portarsi dentro chi si vende per un posto (vedi palazzo oddo ecc. Talea deve cacciarlo a calci.
    forza Giorgio

  10. Boscaglia consigliere??? Ma non era nella vecchia maggioranza?? Certe scelte non le capiro’ mai mi sa tanto di primo compromesso-pressione.
    Ci sono persone molto piu’ votate e qualificate che sono rimaste fuori la vedo gia’ torbidina. Aspettiamo il primo consiglio qualcuno promette gia’ fuochi d’ artificio!!
    La vera soddisfazione sara’ rivedere tanta bella gente fuori dal consiglio a zizzagnare.
    Non contavate niente prima siete stati trombati adesso. Archietetti maculati, serramentisti pelati, geometrini lecchini. Quelli dei mercatini a casa, quelli delle spiagge a casa i voltagabbana a casa.

  11. beh direi che la svolta è stata promessa e svolta c’è stata…beh vannucci e varalli torneranno a fare gli avvocati,pastorino il pensionato….ma vaccarezza e lugani si dovranno trovare un lavoro???????

  12. Povero Vannucci ci sperava tanto! Ma qualcuno mi spiega come fa a non esser incompatibile tomatis con la sua delega all’integrazione socio sanitaria? Ah, è vero il pd si é tenuto gli assessorati importanti ed ha lasciato quelli alle varie ed eventuali!

I commenti sono bloccati.