Rapporto Fondazione De Mari – Censis: una fotografia socioeconomica e reputazionale del savonese

La Fondazione de Mari ha commissionato alla Fondazione Censis uno studio sulla situazione socioeconomica della provincia di Savona e sulla sua reputazione fuori dai confini regionali. Il rapporto sarà presentato martedì 18 ottobre a Savona alla presenza del presidente del Censis, il professor Giuseppe De Rita.

Un punto di partenza per costruire concreti programmi di sviluppo e di rilancio del territorio savonese: è con questo spirito che la Fondazione De Mari di Savona ha commissionato alla Fondazione Censis, uno dei più rinomati e rispettati centri di ricerca socio-economica italiani, un importante lavoro di monitoraggio e analisi del territorio provinciale savonese.

Il rapporto, dal titolo “Realtà e prospettive del territorio savonese: scenari praticabili di sviluppo locale” ha l’obiettivo di contribuire alla riflessione per una vision dello sviluppo possibile del territorio savonese. L’analisi condotta dal Censis si articola in tre diverse sezioni: “Savona in relazione agli altri territori”, “Lo sguardo degli altri su Savona” e “L’Albero delle decisioni”. I risultati di questo lavoro d’indagine saranno presentati martedì 18 ottobre a Savona. Oltre al Presidente della Fondazione De Mari, Luciano Pasquale, interverranno anche ilprofessor Giuseppe De Rita, Presidente della Fondazione Censis e il Segretario Generale, Giorgio De Rita.

Il Presidente della Fondazione De Mari, Luciano Pasquale, commenta così:

Negli ultimi due anni si sono verificate turbolenze straordinarie, che hanno determinato conseguenze strutturali sui sistemi socioeconomici internazionali, nazionali e locali.

La pandemia prima e la guerra in Ucraina dopo, hanno travolto certezze acquisite e indotto comportamenti nuovi e diversi. Alcuni fenomeni, come ad esempio quello della vita digitale, hanno subito accelerazioni non immaginabili, mentre altri, come la sanità, l’istruzione ed il benessere materiale e immateriale delle persone, hanno registrato contraccolpi negativi impensabili e gravi.

La Fondazione De Mari si è rivolta al Censis, storico istituto di ricerca del professor Giuseppe De Rita, specializzato nell’analisi socioeconomica dei territori, per capire le ripercussioni di tutto questo nella provincia di Savona.

Lo abbiamo fatto per avere a nostra disposizione uno strumento fondato su basi scientifiche per orientare la nostra attività a sostegno dei bisogni del territorio e delle persone e di attenzione allo sviluppo economico e sociale della provincia di Savona, che rappresenta il perimetro fisico del nostro raggio d’azione.

Con l’iniziativa pubblica del 18 ottobre lo vogliamo condividere con la nostra comunità mettendolo altresì a disposizione di tutti coloro che riterranno di trarre da esso ispirazione per iniziative e progetti utili ad affrontare con efficacia e con spirito innovativo questo complesso momento di transizione.”