Albenga, il Comune abbatte del 75% il canone dell’ampliamento del suolo pubblico a favore di bar e ristoranti

La formula lanciata dal sindaco di Albenga Riccardo Tomatis durante l’emergenza Covid riguardante l’ampliamento dei dehor di bar e ristoranti funziona e viene riconfermata anche a termine della pandemia. Questa la decisione dell’Amministrazione comunale che, al fine di agevolare le attività di somministrazione e riscontato il grande successo ottenuto durante le scorse estati, ha approvato una riduzione del 75% del canone annuale per l’ampliamento dell’occupazione di suolo pubblico.
Spiega il sindaco Riccardo Tomatis: “Il nostro scopo è quello di andare incontro ai titolari di pubblici esercizi e alle esigenze della città, per questo faremo pagare solo il 25 % della tariffa ordinaria per gli ampliamenti del suolo pubblico “Covid” che vorranno essere mantenuti anche al termine dell’emergenza sanitaria (dopo il 31 marzo)”.

Pubblicità

A fronte del successo riscontrato a seguito dell’ordinanza sindacale con la quale il sindaco Tomatis, anticipando e estendendo le condizioni di applicazione del DPCM che successivamente sarebbe stato emesso, concedeva ai titolari di pubblici esercizi di ampliare l’occupazione di suolo pubblico anche in aree non direttamente prospicienti la propria attività (nel rispetto della sicurezza stradale e previo accordo con i titolari delle attività vicine), l’Amministrazione comunale ha deciso di recepire tali disposizioni nel regolamento comunale.

Spiega il primo cittadino: “Durante l’emergenza Covid, per andare incontro ai gestori di bar e ristoranti che avevano subito gravi ripercussioni date dai mesi di chiusura forzata e dalla possibilità di riprendere la propria attività solo all’aperto, avevamo deciso di concedere l’ampliamento dell’occupazione di suolo pubblico anche in aree non direttamente prospicienti l’attività in deroga al regolamento comunale. Oggi, dato il riscontro positivo ricevuto da tale iniziativa abbiamo deciso di recepire quell’ordinanza nel regolamento comunale mettendola così a regime e specificandone alcuni aspetti”.
Conclude il sindaco: “Albenga deve essere vissuta a 360° e la collaborazione con i privati continua a permetterci di valorizzare sempre più ogni angolo della nostra splendida città”.

Pubblicità

L’assessore al bilancio Silvia Pelosi e l’assessore al Commercio Mauro Vannucci nel ringraziare gli uffici per il lavoro svolto e la costante collaborazione aggiungono: “Come Amministrazione abbiamo sempre cercato, anche durante questo periodo di pandemia, di andare incontro alle attività commerciali e ai pubblici esercizi. La riduzione del 75% del canone per l’ampliamento del suolo pubblico e la modifica del regolamento comunale che metterà a regime l’ordinanza del sindaco volta ad ampliare le possibilità di ampliamento dei dehor evidenziano come l’attenzione rivolta ai cittadini, alle loro esigenze e a chi ha una attività, continua ad essere alta. Riteniamo, infatti, che la direzione giusta per rendere Albenga sempre più bella e attraente per i cittadini e per i visitatori, sia quella di puntare su una piena sinergia tra pubblico e privato. Remando insieme, nella stessa direzione, è possibile ottenere grandi risultati per la nostra Città”.