Sinistra italiana di Savona sarà in piazza per raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare next generation tax

banconote euro

A Savona in corso Italia il giorno venerdì 19 novembre dalle 16 alle 19 e sabato mattina dalle 9 alle 12 ci sarà un gazebo e Sinistra italiana di Savona sarà in piazza per raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare next generation tax.

Pubblicità

«In Italia – si legge in una nota della segreteria provinciale di Sinistra italiana – l’1% più abbiente possiede il 25% della ricchezza complessiva nazionale, mentre il 60% più povero si deve accontentare del 15%: un’ingiustizia insopportabile. Se possiedi miliardi, puoi rinunciare a qualche milione, mentre se vivi con mille euro al mese, hai diritto a tutto il sostegno possibile. Si tratta della proposta di legge per una tassa progressiva a valere sui redditi netti patrimoniali che superano la somma di 500.000 euro.»

«Un’imposta solo sulle grandi ricchezze per poter ridurre le tasse al ceto medio ed investire allo stesso tempo sulle giovani generazioni. La proposta viene anche bilanciata dall’abolizione dell’attuale IMU e dell’imposta di bollo sui conti correnti. Le risorse ricavate? Proponiamo di investirle per dare istruzione gratuita, dal nido all’università, a tutti i ragazzi e le ragazze di questo paese. Per maggiori informazioni consultare il sito www.ngtax.it. Occorre anche ricordare che ora è possibile firmare anche con spid o firma digitale sempre su www.ngtax.it » cinclude Walter Sparso.

Pubblicità