Per i ragazzi dell’Anffas laboratorio teatrale “Riconoscere e rielaborare le emozioni”

Si è concluso lo scorso 25 giugno il primo dei tre anni del Progetto di laboratorio teatrale dedicato agli ospiti della struttura Aanffas “Riconoscere e rielaborare le emozioni”. L’idea di questo laboratorio – promosso dall’amministrazione comunale di Albenga e realizzato grazie alla collaborazione di dell’Associazione Culturale Kronoteatro – è nato dalla volontà di fornire un percorso di riconoscimento, rielaborazione e gestione degli stati emotivi a soggetti con disabilità intellettiva e in particolare disturbi dello spettro autistico. Questo percorso vuole in particolare dare la possibilità ai partecipanti, ospiti della struttura Anffas Onlus di Albenga, di mettersi in relazione con le proprie emozioni, riconoscerle in sé e negli altri e darne una rappresentazione in gruppo.

Affermano dall’Associazione Kronoteatro: “Il 25 giugno scorso abbiamo chiuso il primo dei tre anni del progetto di laboratorio teatrale dedicato agli ospiti della struttura ANFFAS e sostenuto dal Comune di Albenga e in particolar modo dall’Assessorato alle politiche sociali. In questi mesi abbiamo creato una relazione, abbiamo cercato di instaurare un contatto che fosse innanzitutto personale e che poi potesse dar loro la possibilità di mettersi in gioco e di mostrare, a sé stessi e agli altri, capacità nascoste e forme di espressione mai frequentate. Immaginiamo il nostro lavoro di operatori culturali anche come un servizio per la comunità di Albenga e con questo laboratorio abbiamo voluto impiegare le nostre competenze, attraverso il potente mezzo del teatro, per cercare di essere utili nel migliorare, nel nostro piccolo e con i nostri mezzi, la qualità della vita di queste persone che sono parte integrante della comunità locale, così come cerchiamo di fare con tutti quanti incontriamo nel nostro mestiere”.

L’assessore alle politiche sociali Marta Gaia: “Ringrazio innanzitutto Simona Vespo,l’ assessore alle politiche sociali che mi ha preceduta, per la realizzazione di questo significativo progetto. Il teatro è un mezzo molto importante per andare a lavorare sulle emozioni, sulle relazioni e sulla mobilità. Il corso che , causa covid, è iniziato con ritardo di un anno ha fatto emergere, ancora una volta la professionalità e la competenza dell’Associazione culturale Kronoteatro e il dinamismo di tutta l’Equipe Anffas. Faccio i complimenti a tutti i ragazzi per l’attività svolta, si riparte nel prossimo autunno”.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%