Villanova d’Albenga, 1200 chili di generi di prima necessità donati con la Spesa sospesa

Spesa sospesa Villanova d'Albenga

Sono 1200 i chili di generi di prima necessità donati dai Villanovesi ai concittadini in difficoltà. È questo il bilancio ancora in ascesa della spesa sospesa portata avanti dal Comune in collaborazione con il supermercato PAM – Arimondo di Villanova. Ogni settimana, partono dal negozio uno o due carrelli colmi di prodotti alimentari e per l’igiene personale, donati dai clienti, che i servizi sociali del Comune provvedono a distribuire alle famiglie in difficoltà.

“Sono ben 60 i nuclei familiari che ne hanno beneficiato – ha spiegato la consigliera delegata ai Servizi Sociali Mariangela Panizza – Il dono è costante, con punte eccezionali nel periodo delle feste. Un sentimento di generosità diffuso che ha visto i Villanovesi in prima linea insieme agli abitanti della vallata, residenti a Casanova, Garlenda, Ortovero.Ogni settimana il PAN – Arimondo ci consegna i carrelli e la merce viene depositata nell’atrio del comune per la successiva distribuzione”La spesa sospesa non è naturalmente l’unico intervento realizzato per contrastare le difficoltà economiche acuite dalla pandemia. 

 “Tutto questo va ad aggiungersi ai buoni spesa che il comune ha distribuito  – ha spiegato il sindaco Pietro Balestra – Sono stati assegnati dall’ufficio Servizi Sociali del Comune, con tagli e somme differenti a seconda della situazione reddituale e della composizione del nucleo famigliare “.

Speciale IBS leggere l’attualità. Una selezione di libri che aiutino a decifrare ciò che accade in Italia e nel mondo e capire i temi più caldi del momento