Cup Liguria: garantita l’assunzione dei 127 lavoratori del call center

Soddisfazione della Regione per il risultato ottenuto dopo la conclusione della procedura di affidamento del contratto di appalto del servizio

call centre

Sarà il Gruppo GPI, capofila di un raggruppamento temporaneo di imprese insieme a Nethex Care Spa, a gestire per i prossimi cinque anni i servizi multicanale di accoglienza delle strutture sanitarie della Liguria. Si è infatti appena conclusa la procedura di affidamento del nuovo contratto di appalto del servizio CUP Liguria, attraverso una gara europea indetta da Liguria Digitale, la società in house del sistema pubblico regionale che sviluppa la strategia digitale della Regione. Liguria Digitale è titolare di un contratto per la gestione di servizi, in tutta la Liguria, per l’accesso alle prestazioni sanitarie ambulatoriali erogate dalle asl e dalle aziende ospedaliere.

L’appalto – il cui valore ammonta a quasi 15 milioni di euro – prevede la gestione del servizio di contact center e di sportello per l’accesso dei pazienti alle prestazioni ambulatoriali, del servizio di help desk tecnico e applicativo per operatori professionali e cittadini attraverso soluzioni digitali, come la ricetta elettronica e il fascicolo sanitario elettronico, e di altri servizi telefonici in grado di gestire importanti campagne di prevenzione, ad esempio vaccinazioni e screening.

Le aziende che gestiranno il Cup Liguria sono GPI Spa, gruppo industriale con più di trent’anni di presenza sul mercato e circa 5mila dipendenti attivi in diversi settori tecnologici e Nethex Care Spa, realtà fondata nel 2009, che con 800 dipendenti si occupa di contact center e fornisce servizi a Inps, Inail ed Equitalia.

Il call center che supporta il servizio ha visto fino ad oggi impegnati sul territorio ligure 127 lavoratori, appartenenti ad un consorzio di cooperative sociali, già attivi da diversi anni attraverso un contratto di appalto stipulato con Liguria Digitale. Proprio con l’obiettivo di tutelare i lavoratori attualmente in servizio, è stato svolto un attento lavoro di predisposizione delle condizioni di affidamento del nuovo appalto. Ciò ha consentito a Liguria Digitale e alle aziende coinvolte di confermare che sarà garantita l’assunzione di tutti i 127 lavoratori ad oggi in forza, a condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti nazionali di lavoro attualmente loro applicati, alla categoria e nella località in cui si svolgono i servizi.

«Si tratta di un risultato importante sotto diversi aspetti – afferma il presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Giovanni Toti – in primis perché viene garantita la piena tutela occupazionale, con l’assunzione da parte della società che si è aggiudicata l’appalto di tutto il personale precedentemente impiegato, che manterrà identiche condizioni contrattuali e salariali. In secondo luogo, siamo certi che potremo ulteriormente migliorare la capacità di risposta del sistema alle esigenze di salute dei cittadini, rendendo il servizio di accesso alle prestazioni sanitarie sempre più efficace ed efficiente, in modo omogeneo su tutto il nostro territorio.»