Edilizia, Regione Liguria presenta proposta di proroga di due anni del Superbonus al 110%

Assessore Scajola: "proponiamo la proroga massima compatibile con la legge di bilancio; è opportuna per i tempi dell'iter e per le ricadute positive su occupazione ed economia"

Marco Scajola

Genova | Regione Liguria ha presentato una proposta di proroga dei termini previsti dall’articolo 119 del Decreto Rilancio relativo al “Superbonus 110%”.

“Presentiamo, in qualità di capofila nella Conferenza delle Regioni – afferma l’assessore regionale all’Edilizia Marco Scajola – un emendamento per proporre la proroga massima compatibile con la Legge di Bilancio di due anni, quindi al 31 dicembre 2023, dei termini previsti per la richiesta del ‘Superbonus 110%’. Un’estensione fondamentale per diversi motivi: in primo luogo perché la tempistica necessaria per l’iter, dalla fase progettuale all’esecuzione materiale dei lavori fino alla cessione dei bonus a soggetti terzi, in molti casi è superiore a quella prevista dalla normativa in vigore. In secondo luogo, come risulta dalla ricerca effettuata da CRESME per la Camera dei Deputati, le regioni del nord-ovest risultano essere quelle che maggiormente ricorrono agli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica”.

“Vanno evidenziate inoltre – prosegue Scajola – le ricadute positive su occupazione ed economia (pari ad un punto percentuale di PIL ogni anno) e un incremento di 64.000 posti di lavoro nel settore edile, senza considerate l’indotto. Infine, incentivare opere che consentono da una parte una migliore capacità antisismica degli edifici (ricordo che molti comuni liguri sono in zona sismica due), dall’altra l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, migliora la qualità della vita dei cittadini e la loro sicurezza”. “La Conferenza delle Regioni ha approvato questo emendamento – conclude – aspettiamo, quindi, che il Governo recepisca la nostra proposta e che vengano prorogati i termini previsti”.