Genova, Pci: “rinnovo contratto metalmeccanici”

Bandiera PCI

Genova | Iniziano i primi scioperi per il rinnovo del contratto, d “da Fincantieri di Sestri Ponente e Riva Trigoso all’Arcelor Mittal, tanto per citare alcune aziende del nostro territorio” si legge in una nota della segreteria della Federazione di Genova del Partito Comunista Italiano.

“In Fincantieri inizierà lo sciopero dello straordinario. Le richieste economiche proposte dal sindacato non sono state prese in considerazione,  la proposta di Federmeccanica è quella di coprire solo l’inflazione. Le rappresentanze sindacali dei cantieri hanno quindi deciso una prima azione di mobilitazione con il blocco degli straordinari a partire da domani sabato 17,  preparandosi ai successivi appuntamenti e allo sciopero generale dei metalmeccanici il 5 Novembre”.

“Questa mattina – racconta Luca Stocchi, segretario della federazione genovese del Pci – all’Arcelor Mittal si sono svolte 2 ore di sciopero con assemblea all’aperto. Lo sciopero fa parte di un pacchetto di mobilitazioni indetto a livello nazionale per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. Oltre al rinnovo del contratto si è parlato anche delle problematiche della fabbrica. Armando Palombo della Fiom dichiara che ormai, a livello di stabilimento, le singole realtà hanno potere di spesa zero e ogni richiesta di investimenti anche minimi, come le tute, cadono nel vuoto. Sappiamo che non è qui che possiamo chiedere risposte sul futuro e sappiamo che ci sono trattative riservate tra Roma e Londra mentre le scadenza del 30 novembre si avvicina”.

“Mentre c’è chi urla alla “dittatura sanitaria” e vede nella mascherina un “pericolo per la libertà”, o chi si accoda a questi scriteriati nell’intento di raccattare consensi tra menti più semplici, noi continuiamo la nostra lotta per la sicurezza, i contratti dei lavoratori e la tutela  dell’occupazione” conclude la nota del Pci.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%