Teatro Nazionale di Genova: a teatro in sicurezza e a costi contenuti

Genova -Esterno Teatro Ivo Chiesa - ph Paola Leoni

Genova | Si avvicina l’apertura della stagione 2020_21 del Teatro Nazionale di Genova, che inaugura il cartellone il 29 settembre con un allestimento di grande impatto, Elena di Euripide, regia del direttore del Teatro, Davide Livermore.

Divisa la stagione in tre parti per contrastare meglio le incertezze dovute alla pandemia, anche l’offerta di biglietti e abbonamenti e le strategie di accoglienza del pubblico sono state modulate in modo nuovo.

Gli spettacoli presentati e attualmente in vendita sono 15 (la prima tranche di stagione si chiude a fine dicembre), con biglietti dagli 11 ai 30 euro. Per andare incontro agli spettatori anche dal punto di vista economico, sono stati introdotti nuovi biglietti agevolati, rivolti agli under 30 e agli over 65, e viene proposto un unico abbonamento a 5 spettacoli (75 euro a prezzo intero, 45 euro per i giovani sino a 30 anni), oltre a una carta che offre una riduzione a chi acquista due biglietti, anche per la stessa sera (50 euro due ingressi). Ulteriori riduzioni sui biglietti e sull’abbonamento vengono offerti ai tantissimi spettatori che hanno rinunciato al rimborso di biglietti o tagliandi di abbonamento non utilizzati a causa del lockdown. Inoltre, tutti coloro che si abboneranno a questa prima parte di stagione potranno usufruire di una promozione sulla seconda parte.

Fino al 12 ottobre le biglietterie accolgono il pubblico su una fascia oraria ampia, di modo da evitare assembramenti, con apertura dal lunedì al sabato: al Teatro Ivo Chiesa dalle ore 10 alle 19; al Teatro Gustavo Modena dalle 10 alle 15. L’accesso alle biglietterie è libero, non è necessario prendere appuntamento. Il servizio di biglietteria telefonica è invece attivo al numero 0105342400 dal martedì al sabato dalle ore 17 alle 19.

Naturalmente è possibile acquistare biglietti e abbonamenti anche su internet, ed è anzi più semplice rispetto al passato, grazie al nuovo sistema di biglietteria online.

Per contrastare la diffusione del Covid19 e fare sì che tutti gli spettatori possano venire a teatro in sicurezza, il Teatro Nazionale di Genova, seguendo scrupolosamente le linee guida indicate dal Governo e dalla Regione Liguria, ha messo in atto una serie di misure: la capienza delle quattro sale – Teatro Ivo Chiesa, Teatro Eleonora Duse, Teatro Gustavo Modena e Sala Mercato – è stata ridotta di modo da avere il necessario distanziamento tra uno spettatore e l’altro. Agli spettatori, che avranno a disposizione diverse postazioni per disinfettare le mani, verrà misurata la temperatura prima di entrare in teatro e sarà obbligatorio indossare la mascherina (per il momento è possibile togliersela da seduti, durante la visione dello spettacolo).

“Ciò che più ci sta a cuore è il nostro pubblico”, afferma il direttore del Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore. “Il nostro obiettivo è far sì che tutti gli spettatori possano sentirsi sempre tranquilli nelle nostre sale”.