Pd / Lega, Righello contesta Brunetto: “la sanità del savonese è stata depotenziata e i pazienti si curano altrove”

Mauro Righello

Savona / Pietra Ligure | Il consigliere regionale del PD Mauro Righello, membro della commissione sanità risponde a Brunello Brunetto, medico e candidato alle elezioni regionali per la Lega che ha tirato in causa l’esponente dem.

Dichiara Righello: “Ringrazio il dottor Brunetto che mi rassicura sulla stabilizzazione del reparto di neurochirurgia dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Lo ringrazio, insieme a tutto il personale sanitario, anche per il lavoro che è stato fatto e che viene tuttora fatto per fronteggiare l’emergenza Covid. Il dottor Brunetto oggi mi pare si voglia occupare di altro, sostituendo chi non verrà candidato del suo stesso partito e che ha cogestito (malissimo) la sanità regionale in questi anni. Mi fa piacere che al posto dell’assessore uscente alla sanità, il medico fornisca garanzie (a che titolo?) sul fatto che il reparto di neurochirurgia non sarà depotenziato”.

“Non abbiamo mai avuto dubbi sulla la qualità dei servizi forniti dal reparto, che ha introdotto recentemente anche nuovi percorsi terapeutici su varie patologie tra cui i tumori cerebrali. Osservo tuttavia che l’ospedale di Pietra, come gli altri nella nostra provincia, è stato depotenziato (Cairo è stato addirittura chiuso) e che sono aumentate le spese dovute alle “fughe” di pazienti fuori regione (lo dice Corte dei Conti, non Mauro Righello) fino a un picco di 71 milioni di euro l’anno”. Continua il vicepresidente dem in Consiglio regionale: “Fa piacere la notizia della messa in sicurezza del reparto di neurochirurgia a Pietra, ma la situazione generale rimane drammatica. Rivolgersi a cittadini, per avere conferma” conclude Mauro Righello, consigliere Pd Regione Liguria.