Piste ciclabili, verso il collegamento tra Andora e Cervo

Toti: "Si tratta di una porzione di quel ben più ampio progetto di pista ciclabile del Ponente che, una volta ultimata, sarà lunga ben 43 chilometri"

rendering di un tratto della pista ciclabile di Andora

Andora | Inaugurata questa mattina alla presenza del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti il tratto di pista ciclabile, lungo circa 200 metri, che permetterà il collegamento tra la stazione ferroviaria di Andora e la futura pista ciclabile di circa 2 km, cofinanziata da Regione Liguria con oltre 1 milione di euro dal Fondo strategico, che arriverà fino al confine con il Comune di Cervo. Per questo intervento è pronto il progetto esecutivo. Il cantiere per realizzare questo ulteriore tratto verrà avviato entro la fine di quest’anno.

Il primo tratto di pista fa parte di un articolato processo di riqualificazione urbana che realizzerà una nuova viabilità di accesso a valle della nuova stazione e verso ponente vedrà la pista svilupparsi sul vecchio tracciato ferroviario, valorizzando le zone attraversate.

“Il tratto appena inaugurato – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – realizzato dal Comune di Andora ha un grandissimo significato, perché darà la possibilità ai ciclisti in arrivo alla stazione di Andora, di raggiungere la ciclovia che verrà cantierata a breve. Si tratta di una porzione di quel ben più ampio progetto di pista ciclabile del Ponente che, una volta ultimata, sarà lunga ben 43 chilometri. L’avvio dei lavori del nuovo tratto – aggiunge Toti – è il frutto di un costante lavoro e di collaborazione fattiva tra tutti gli enti interessati all’indomani della firma dell’accordo quadro nel 2018 fra Regione e Comuni interessati. Ancora una volta l’ente Regione si è dimostrata attenta alle esigenze e vicina ai territori”.

Una volta conclusa la lavorazione dei 2 km di pista fino al confine col Comune di Cervo, mancherà solo il tratto tra Cervo e Imperia per completare l’intero percorso, lungo appunto circa 43 km, da Ospedaletti alla stazione di Andora.

“La pista ciclabile del Ponente –  aggiunge Toti – rappresenta una attrattiva turistica di grande prestigio, un vero esempio di rigenerazione urbana in cui abbiamo creduto e continuiamo a credere: non a caso gli interventi finanziati dal Fondo strategico sulle ciclabili e sulle aree ferroviarie del Ponente ammontano a oltre 10milioni di euro”.

Il contributo stanziato Regione Liguria potrà essere velocemente utilizzato grazie a una serie di accordi che il comune di Andora ha già avviato con RFI (Reti ferroviarie italiane), e Sistemi urbani, e che prevedono la valorizzazione delle aree della vecchia stazione ferroviaria, con il passaggio della proprietà dell’area di sedime al comune di Andora e la realizzazione di importanti opere viarie a valle della nuova stazione, progettate dal Comune e che saranno finanziate da RFI. Sotto la pista ciclabile saranno realizzati con fondi comunali anche importanti sottoservizi destinati alla depurazione e all’approvvigionamento idrico.