Nucleo cinofilo delle polizie locali di Albenga, Loano e Finale: Lupo supera tutti gli esami (foto – video)

Ora il nuovo cane antidroga del Nucleo Operativo Cinofilo dell'Ufficio di Sicurezza Urbana dell'Associazione delle Polizie Locali “Riviera di Ponente” ed il suo conduttore potranno entrare ufficialmente in servizio

Nucleo Cinofilo Albenga Loano Finale - Consegna Attestati

Loano / Albenga | Hanno superato gli esami a pieni voti ed ora sono pronti ad entrare in servizio a tutti gli effetti. Questa mattina Lupo, il nuovo cane antidroga a disposizione dell’Associazione delle Polizie Locali “Riviera di Ponente”, ha sostenuto e brillantemente superato, insieme al suo conduttore, l’agente loanese Romualdo Caso, l’esame conclusivo del corso di formazione teorico-pratico per conduttori cinofili per la ricerca delle sostanze stupefacenti.

Lupo proviene dalla provincia di Mantova, in particolare dal centro cinofilo di Angelo Taddei, allevatore ed istruttore cinofilo che ha curato l’addestramento dei cani di diversi corpi delle forze dell’ordine e ha allenato anche la squadra agonistica della Guardia di Finanza. Taddei è riconosciuto dall’Enci (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) quale addestratore cinofilo e figurante ufficiale delle seguenti società speciali: Sas (pastore tedesco), Aiad (dobermann), Capb (pastore belga) e Rci (Rottweiler). Lupo è un maschio di pastore tedesco di circa 16 mesi, è molto vivace e giocherellone ma si è dimostrato anche più che idoneo a ricoprire il ruolo di “agente” di polizia locale superando tutti i test sanitari e attitudinali necessari. A febbraio, dunque, è iniziata la fase di vera e propria formazione, che gli ha consentito di acquisire le abilità necessarie a svolgere il suo nuovo incarico al meglio.

Il corso è stato organizzato dal corpo di polizia locale di Torino ed è durato sei mesi, durante i quali l’agente Caso ha appreso, tra le altre, informazioni in ambito di veterinaria, di anatomia e fisiologia del cane; i principi delle principali e più efficaci tecniche di addestramento e conduzione del cane e, non da ultimo, nozioni specifiche riguardanti gli stupefacenti e le attività antidroga.

Questa mattina, al termine dei sei mesi di lezioni teoriche ed attività pratiche, si è tenuta a Torino la prova finale, che Lupo e l’agente Caso hanno brillantemente superato.

“Il risultato ottenenuto oggi da Lupo e dall’agente Caso – fanno sapere dalle amministrazioni comunali di Loano, Albenga e Finale Ligure – corona l’impegno e la determinazione portate avanti dai nostri tre Comune fin dal 2015. Negli ultimi cinque anni è stato fatto un grande lavoro di squadra finalizzato a migliorare la qualità della vita dei cittadini del nostro territorio anche attraverso attività di contrasto di un fenomeno grave e sempre preoccupante quale lo spaccio ed il consumo di stupefacenti. L’obiettivo delle nostre tre amministrazioni e dei tre comandi di Loano, Albenga e Finale è ridurre il più possibile la diffusione di queste sostanze. Già da domani la nostra nuova unità cinofila lavorerà a fianco dei nostri agenti contribuendo a realizzare gli importantissimi programmi di prevenzione che già si svolgono nelle scuole e non solo”.

“Un doveroso e sentito ringraziamento va rivolto alla Regione Liguria, che ha creduto e finanziato questo progetto, e alla polizia locale della Città di Torino, che ha messo a nostra disposizione le capacità e le professionalità degli istruttori del Settore di Sicurezza Urbana-Reparto Operativo Speciale e della scuola”.

Ora il nuovo cane antidroga del Nucleo Operativo Cinofilo dell’Ufficio di Sicurezza Urbana dell’Associazione delle Polizie Locali “Riviera di Ponente” ed il suo conduttore potranno entrare ufficialmente in servizio: la prima uscita è prevista a Loano già nei prossimi giorni.

Nucleo Cinofilo Albenga Loano Finale - Consegna Attestati

Tra le principali attività a cui si dedicheranno ci sono: la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, attraverso servizi ed interventi di prossimità, in particolare nelle zone maggiormente degradate, nonché per la salvaguardia dell’arredo urbano, delle aree verdi e dei parchi cittadini; la promozione e tutela della legalità, anche mediante iniziative di dissuasione di ogni forma di condotta illecita, compresi l’occupazione abusiva di immobili e lo smercio di beni contraffatti, nonché la prevenzione di altri fenomeni che comunque comportino turbative del libero utilizzo degli spezi pubblici.

E ancora: la promozione del rispetto del decoro urbano e della tutela, in particolare delle aree in cui si trovano plessi scolastici, musei, complessi monumentali o altri istituti e luoghi di cultura interessati da consistenti flussi turistici o adibite a verde pubblico; il supporto a particolari interventi delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e della protezione civile comunale e nazionale; l’aumento della vicinanza alla cittadinanza e della prevenzione presso le scuole; la garanzia di sicurezza degli appartenenti al corpo di polizia municipale nell’esercizio delle attività di vigilanza.

Lupo e i suoi colleghi umani saranno chiamati a effettuare attività di perlustrazione di parchi e giardini, con particolare attenzione alle situazioni di degrado, e di vigilanza del centro storico allo scopo di prevenire e far cessare occupazioni abusive; garantire la loro presenza durante il mercato settimanale anche in contrasto alla vendita di merce contraffatta ed altre attività illecite; presidiare il centro e le aree aree che destano maggior senso di insicurezza a causa dello spaccio di stupefacenti o della frequentazione di individui dediti ad attività illecite. Inoltre, effettueranno controlli congiunti in supporto alle forze di polizia nell’ambito del Patto per la Sicurezza della provincia di Savona; particolari operazioni di verifica presso immobili pubblici o privati; interventi per la bonifica di locali e fabbricati e di tutela del patrimonio pubblico e privato in ausilio ad altre forze di polizia.

Per la propria attività, il Nucleo Operativo Cinofilo potrà contare su un mezzo proprio: ad aprile 2020, a seguito di richiesta, l’Agenzia del Demanio della Lombardia ha assegnato al Comune di Loano una Toyota Avensis confiscata per guida in stato di ebbrezza. L’auto è stata destinata al Nucleo Cinofilo. Grazie al finanziamento della Regione Liguria nell’ambito del progetto per investimenti finalizzati alle azioni di sicurezza integrata, è stato avviato l’allestimento tecnico grafico necessario per la trasformazione del veicolo.

L’impegno finanziario complessivo per la costituzione del Nucleo Cinofilo dell’Associazione delle Polizie Locali “Riviera di Ponente” ammonta ad oltre 30 mila euro, dei quali 10 mila erogati dalla Regione Liguria nel’ambito del bando regionale per investimenti per la sicurezza integrata, che metteva a disposizione dei Comuni liguri un milione di euro di risorse.

All’associazione è stato concesso un finanziamento di 60 mila euro, che ha consentito di mettere in atto una vera e propria “rivoluzione tecnologica”, e non solo, delle dotazioni delle polizie locali. Il progetto finanziato prevede, infatti, l’acquisto di: un gabinetto scientifico per foto segnalamento “Spisplus”; tre apparati denominati “Smartfad” per il controllo del falso documentale; l’allestimento di una “cella di sicurezza” per autovettura di servizio (dotata di portiere posteriori con chiusura interna, sedili posteriori rigidi e parete interna antisfondamento); l’allestimento di un’autovettura destinata al nucleo cinofilo; nuove telecamere mobili. Il progetto di investimento di 60 mila euro, prima della richiesta di finanziamento, è stato approvato dai tre Sindaci e quindi sottoposto e approvato dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura di Savona il 29 agosto 2019.