Pastorino (Linea Condivisa): “terapie post-covid, ancora ferma l’esenzione totale del ticket”

Gianni Pastorino

Genova | «Nonostante la nostra richiesta e il successivo parere positivo della giunta, risalenti entrambi a inizio giugno, l’esenzione ticket totale per le terapie riabilitative e il monitoraggio post-covid non è stata ancora applicata. Cosa stanno aspettando?» dice il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino, vicepresidente della commissiona sanità, che questa mattina ha inviato un nuovo sollecito all’assessore Viale, chiedendo l’immediata attivazione di questa misura a vantaggio della popolazione ligure. 

«Il 5 giungo la giunta porta in delibera l’esenzione ticket che, lo ricordiamo, è frutto di una nostra esplicita istanza. Sapevamo, infatti, che i distretti ASL stavano chiedendo il pagamento del ticket per esami di controllo e prestazioni riabilitative, con esenzioni molto limitate solo per ragioni di età o per patologie pregresse. Da allora non è successo nulla: nessuna applicazione pratica, siamo rimasti soltanto agli annunci –evidenzia Pastorino -. Eppure si tratta di un provvedimento che riguarda tantissime persone, diversificate per età e condizioni economiche. Fra queste, sono molti i lavoratori che purtroppo hanno subito una diminuzione del reddito o, addirittura, la perdita totale del salario a causa dell’emergenza sanitaria tutt’ora in corso».

«Stiamo vivendo una crisi che richiede l’adozione di strumenti utili per la comunità: l’esenzione ticket totale per le terapie post-covid è una misura giusta. E sarebbe un segno di vicinanza nei confronti di chi sta lottando per tornare a una vita normale. Ecco: il “ritorno alla normalità” evocato in continuazione da Toti, passa da qui, da queste scelte. E non basta annunciarle: bisogna metterle in pratica –conclude Pastorino -. Non vorremo pensare che i guariti dal covid debbano finire nel dimenticatoio del centrodestra»