Italia Viva “Preoccupazione per la situazione emersa sull’affidamento degli Ospedali di Albenga e Cairo” 

"Emerge tra le motivazioni tecniche legate alla gara di affidamento, un dato preoccupante: tutto viene basato sull'ipotesi sovrastimata di afflusso di pazienti Piemontesi nelle strutture di Albenga e Cairo"

medico visita

Savona | «Leggiamo con attenzione le motivazioni con cui il TAR della Liguria ha accolto il ricorso del Policlinico di Monza circa l’affidamento in gara degli ospedali di Albenga e Cairo ad enti privati. Ciò che emerge è grave e dimostra, ancora una volta, l’incapacità dell’amministrazione regionale nella gestione della Sanità del nostro territorio» dichiarano in una nota congiunta Danja Stocca (Coordinatrice Territoriale), Matteo Calcagno (Coordinatore Territoriale) e Barbara Pasquali, capogruppo Italia Viva nel Comune di Savona.

«Emerge, infatti, tra le motivazioni tecniche legate alla gara di affidamento, un dato preoccupante: tutto viene basato sull’ipotesi sovrastimata di afflusso di pazienti Piemontesi nelle strutture di Albenga e Cairo. Ma ancor più grave è il fatto che il TAR leghi questa sovrastima al palese isolamento infrastrutturale che porterebbe i potenziali nuovi pazienti a scegliere di recarsi più facilmente a Milano piuttosto che nella Val Bormida o nella cittadina rivierasca. Ancora una volta dobbiamo sopportare un’amara e preoccupante fotografia della realtà: l’isolamento infrastrutturale della Liguria grava non solo sullo sviluppo economico dei liguri ma anche sulla loro salute e sul loro benessere».

«Doppia bocciatura per l’operato di una amministrazione Regionale che millantando red carpet e città meravigliose, in 5 anni, non ha saputo sciogliere quei nodi che ingessano e mettono a rischio lo sviluppo e il benessere dei liguri. Gli abitanti del ponente savonese e della Val Bormida meritano di poter vivere nella sicurezza di un’assistenza sanitaria degna di questo nome» concludono i rappresentanti di Italia Viva.