Sanità Liguria: il 22 giugno riaprono i Cup per le prenotazioni

Toti: “nei prossimi giorni presenteremo il piano previsto dal Decreto Legge 34 del Governo per far fronte all'eventuale ritorno del Covid in autunno”

Giovanni Toti emergenza

Genova | “Oggi abbiamo fatto una lunga riunione con i direttori generali, i vertici di Alisa, Liguria Digitale che si occupa del sistema informatico per mettere a punto il piano previsto dal Decreto Legge 34 del Governo per far fronte all’eventuale ritorno del Covid in autunno” ha detto il presidente di Reguione Liguria Giovanni Toti nel corso del consueto punto serale; “presenteremo il piano nei prossimi giorni. Stiamo mettendo a punto anche il piano per la riapertura di tutta la sanità regionale, Cup compreso, che riaprirà il 22 giugno”.

“In vista della riapertura del Cup – ha detto il vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale – abbiamo dato mandato alle aziende di fare monitoraggio sulle agende per capire a che punto è lo smaltimento delle visite già prenotate fino all’otto marzo. Alcune hanno già smaltito tutto l’arretrato e quindi sono capaci, per alcuni tipi di prestazioni e di visite, di aprire immediatamente l’agenda per inserire nuove prenotazioni. Altre sono in difficoltà o stanno finendo le visite prenotate e sospese. I cittadini verranno informati dettagliatamente, e in modo chiaro e trasparente, sulle opportunità di prenotazione, ma è chiaro che bisogna iniziare. Si comincerà naturalmente con la giusta gradualità, dato che per le regole di sicurezza i tempi di svolgimento delle visite sono cambiati. Chiederemo di aprire anche il sabato. Parallelamente agli ambulatori verrà riaperta anche la libera professione”.

Nelle riunioni di oggi è stato affrontato anche il problema della pianificazione in vista dell’autunno. “In previsione di una ripresa del picco emergenziale – ha proseguito Viale – ci stiamo attrezzando anche in base a quanto chiedono i provvedimenti governativi: il Decreto Rilancio pone alcune scadenze e chiede la redazione del piano ospedaliero. Siamo a buon punto: abbiamo ricevuto i contributi da tutte le aziende e lo stiamo completando. Avremo la conferma dell’assetto della nostra rete ospedaliera e della capacità di riattivare in pochissimo tempo i posti letto dedicati al Covid. Altra importante conferma per il nostro sistema sanitario è la rilevanza che il Decreto rilancio dà all’area territoriale nella pianificazione della risposta all’emergenza: è stato il cuore della nostra riforma sanitaria, l’infermiere di famiglia è una figura nota al nostro sistema e siamo tra le poche regioni ad aver istituito il master universitario per infermiere di famiglia. Stiamo lavorando su solide basi”.

Nel corso della conferenza stampa, come già avvenuto ieri e come avverrà per i prossimi giorni, sono intervenuti in videocollegamento due sindaci liguri per fare il punto sull’andamento delle riaperture. “Il nostro Comune ha predisposto le misure per la fruizione in sicurezza delle spiagge libere – ha detto il sindaco di Moneglia Claudio Magro – Il rispetto delle distanze tra le postazioni dei bagnanti sarà segnalato dai paletti segnaposto che stiamo piantando sul litorale. Per la vigilanza ci avvaliamo di un istituto privato di sicurezza, supportato dal gruppo locale di Protezione Civile “Croce Azzurra” che si occuperà anche della sanificazione. Useremo inoltre una app per monitorare la saturazione delle spiagge”. “Nell’attuale situazione proviamo a rilanciare un turismo che era tradizionale, fino a non molti anni fa, nel nostro entroterra – ha detto il sindaco di Rezzoaglio Marcello Roncoli – e ci rivolgiamo alle famiglie perché sappiamo di poter offrire ciò di cui hanno bisogno: spazio, natura, riposo e attività all’aria aperta. Invitiamo a riscoprire gli spazi e i pregi della Val d’Aveto, le escursioni a piedi o in mountain bike, l’acqua pulita e fresca del fiume, le molte spiagge praticabili sulle rive, la pesca sportiva che da sempre richiama molti amatori. Abbiamo prodotto un video per promuovere il territorio e supporteremo le attività turistiche con materiale illustrativo per spiegare ai turisti come osservare le regole di prevenzione e distanziamento. Ringrazio la Regione per la disponibilità ad affrontare con noi in tempo utile alcuni problemi di viabilità”.