Albenga, ripresa l’attività del centro culturale islamico

All’interno del centro è presente il gel igienizzante per le mani e il numero di fedeli che possono essere presenti contemporaneamente negli spazi del centro è contingentato

Centro culturale islamico di Albenga

Albenga | Si è svolta domenica 31 maggio la prima preghiera nel centro culturale islamico. La comunità dei fedeli, che in questi mesi di emergenza coronavirus non ha peraltro mancato di offrire il suo contributo di sostegno a tutta la città offrendo anche una donazione di circa 10 mila euro devoluti all’Ospedale Santa Maria di Misericordia, ha così iniziato a riprendere le proprie consuetudini, adottando tutte le misure prescritte necessarie al mantenimento del distanziamento sociale.

In particolare è fatto obbligo ai fedeli di mantenere la distanza di un metro gli uni dagli altri, di entrare nel centro culturale con indosso mascherine e guanti, inoltre viene misurata la temperatura corporea che non deve superare i 37,5 °. All’interno del centro è presente il gel igienizzante per le mani e il numero di fedeli che possono essere presenti contemporaneamente negli spazi del centro è contingentato. Sulla base degli spazi, il centro temporaneamente può accogliere un numero massimo di 160 persone.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%