Regione, Vaccarezza: “rinviare scadenza per il censimento amianto in Liguria”

Angelo Vaccarezza in Consiglio Regione Liguria

Genova | Il presidente del Gruppo consiliare “Cambiamo!” in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza, ha depositato oggi un Ordine del Giorno con la richiesta di differimento dei termini di scadenza per il censimento amianto in Liguria.

“Nel 1996 – ricorda Vaccarezza – Regione Liguria ha istituito il ‘censimento amianto’ valido in tutto il territorio regionale, svolto da professionisti abilitati al ruolo; ha dichiarato il Capogruppo- la scadenza perentoria per il cosiddetto ‘amianto friabile’ (coibentazioni tubazioni, flange, guarnizioni ) è fissata, a causa del maggior deterioramento, con conseguente rischio di dispersione di particelle nell’aria rispetto all’amianto compatto, per il 31 Maggio di ogni anno”.

“Gli edifici contenenti maggiore presenza di simili manufatti – prosegue il consigliere Vaccarezza – sono di edifici pubblici quali scuole, palazzi comunali, ma soprattutto ospedali. Risulta quindi chiaro come, ad oggi gli immobili siano difficilmente accessibili per eseguire le verifiche, visto il momento di emergenza causa Covid 19;  sarebbe impossibile riuscire a completare tutto per la fine di questo mese. Ho ritenuto quindi di fare richiesta al nostro Governatore affinché conceda uno spostamento dei termini di scadenza   Identificando una data fattibile al 31 Ottobre 2020”. “La tutela della salute del cittadino – conclude il consigliere – passa anche attraverso azioni responsabili e programmate, nel rispetto di tutti, soprattutto in un contesto sociosanitario delicato come quello odierno”.