Elisoccorso, Melis (M5S): “l’iter va avanti; è mancata la volontà politica di fermare il processo di privatizzazione”

"credo sia lecito chiedere se abbiamo ancora margini di manovra per aggiustare il tiro, a favore del pubblico"

Andrea Melis

Genova| “L’iter per il servizio di elisoccorso (HEMS) è andato avanti: Regione Liguria, tramite una delega per la gestione del bando a Regione Lombardia (purtroppo, finiamo sempre in braccio ai vicini di casa), è arrivata all’affidamento del servizio di elisoccorso alla Società “Airgreen”, mentre resta in capo ai Vigili del Fuoco quello di recupero e salvataggio, come peraltro era già previsto nel bando. Ora, credo si attendano solamente alcuni e finali espletamenti procedurali di controllo, ma in soldoni il risultato è questo: abbiamo purtroppo perso un’importante fetta di servizio gestito da un operatore pubblico”, afferma il consigliere regionale Andrea Melis (M5S).

“Non mi addentrerò nel classico teatrino politico, addossando le colpe a destra e a manca, ma i fatti ci dicono questo e credo sia una perdita grave per la nostra Regione. Tuttavia, credo sia lecito chiedere se abbiamo ancora margini di manovra per aggiustare il tiro, a favore del pubblico. A seguito anche di nostre segnalazioni all’Autorità garante della concorrenza (AGCM) e all’intervento di quest’ultima, l’Ente di Regione Lombardia ha dovuto rettificare gli atti di gara posticipando i termini per la presentazione delle offerte. Ciò però secondo noi non basta perché, comunque, le rettifiche dell’Ente non sembrano aver accolto in pieno le osservazioni dell’AGCM volte a impedire l’esclusioni di determinati operatori dal mercato”.

“A malincuore – conclude il consigliere Melis – prendo atto che non c’è stata la volontà politica di fermare il processo e ricontrattare tutto il pacchetto con i Vigili del Fuoco. Ed è davvero un peccato: resto infatti convintamente certo che il servizio sarebbe stato migliore e meno costoso se si fosse proseguiti con Convenzione ai VVF”.