Albenga, celebrata la Giornata internazionale della bandiera

Sindaco Tomatis: "Dobbiamo recuperare quel valore di patriottismo (che, attenzione, non è nazionalismo) capace di unirci"

Festa della Bandiera ad Albenga

Albenga | Questa mattina si è celebrata ad Albenga la giornata internazionale della bandiera. In Piazza IV Novembre si sono radunati i ragazzi dell’Istituto Comprensivo I e II, le autorità civili e militari, le associazioni di volontariato, le pubbliche assistenze, le associazioni d’arma e combattentistiche, la polizia locale e la protezione civile.

Dopo l’Inno di Mameli il Sindaco Riccardo Tomatis ha ricordato l’importanza di questa ricorrenza e del tricolore: «Mi fa piacere vedere la presenza di così tanti ragazzi e aver notato che hanno cantato con enfasi il nostro Inno. Non è così scontato, purtroppo, saperlo. Vorrei ringraziare le autorità civili e militari oggi presenti, le associazioni combattentistiche e d’armi, le pubbliche assistenze e la protezione civile. Oggi è una giornata importante. Questa festa è stata istituita nel 1997 in occasione del duecentenario del nostro tricolore che è stato ideato da due ragazzi di 20 anni i quali non hanno neanche avuto il tempo di vederlo sventolare perché sono morti fucilati per delle scelte legate al patriottismo. Essere qui a rappresentare Albenga è per me un grande orgoglio. La nostra città è stata insignita di un riconoscimento importantissimo cioè la medaglia d’oro al valore civile proprio per il suo spirito patriottico e per questo è ancora più importante oggi ricordare questi valori e tramandarli ai nostri figli».

«Il tricolore ha accompagnato la storia d’Italia nei momenti di gioia, ma anche in quelli di grande disperazione superati grazie a quello spirito che hanno gli italiani di voler fare sempre qualcosa affinché il futuro dei figli sia meglio del proprio. Dobbiamo vivere il tricolore come una eccellenza, il fatto di essere italiani deve essere motivo di orgoglio per noi. Dobbiamo recuperare quel valore di patriottismo (che, attenzione, non è nazionalismo) capace di unirci. Vorrei concludere facendo riferimento a quegli elementi che ci devono aiutare a portare avanti questi discorsi di legame con il nostro Paese e che sono: il rispetto delle Istituzioni, il rispetto di tutti coloro che per questo sacrificano la loro vita, il rispetto per quelle figure che ci rappresentano e per il Presidente della Repubblica che è il nostro rappresentante massimo, con la sua correttezza ed onestà intellettuale. Vorrei chiudere con una frase di Ciampi che disse “Auspico che in ogni casa ci sia un tricolore a testimonianza di quei valori che caratterizzano il nostro Paese fin dal Risorgimento”.»

A seguire è avvenuto il cambio della bandiera della Città di Albenga sita sulla torre Malasemenza a cura del Corpo dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Albenga.

Ultima revisione articolo: