Piaggio Aerospace: siglato contratto per 50 milioni di euro

Secondo l’accordo, l’azienda ligure fornirà supporto tecnico-logistico al motore denominato 55-L-714A

Firma accordo Piaggio Aerospace

Villanova d’Albenga Roma | Un nuovo contratto, del valore complessivo di 50 milioni di euro, è stato sottoscritto oggi dalla Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (DAAA) che fa capo al Ministero della Difesa e dal Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro. Secondo l’accordo, l’azienda ligure fornirà supporto tecnico-logistico al motore denominato 55-L-714A – progettato dalla statunitense Honeywell – che equipaggia gli elicotteri CH-47F, meglio conosciuti con il nome Chinook, attualmente in dotazione all’Esercito Italiano.

Il contratto, della durata di nove anni e teso ad assicurare il mantenimento dell’efficienza e dell’operatività della flotta, prevede la fornitura da parte di Piaggio Aerospace di parti e motori di ricambio, l’esecuzione di attività di manutenzione, riparazione e revisione (MRO, ovvero maintenance, repair & overhaul), nonché il necessario supporto tecnico-logistico presso le basi sede dei reparti di volo dell’Esercito.

“Il contratto siglato oggi ci permette di rafforzare ulteriormente la nostra unità di business Motori”, ha commentato Nicastro. “Allorché verranno siglati gli ulteriori contratti relativi al velivolo P.180, firma ormai imminente, saremo più vicini al ritorno alla piena operatività dell’azienda. Quest’ultimo sarà un processo graduale, ma prevediamo in pochi mesi di poter tornare a regime, riassorbendo dunque la forza lavoro attualmente coinvolta nella cassa integrazione”. Con il contratto perfezionato oggi, sale a più di 300 milioni di euro il valore complessivo del portafoglio ordini di Piaggio Aerospace, cui si aggiungeranno a breve ulteriori accordi – prossimi alla firma – che nell’insieme raggiungeranno un controvalore di oltre 500 milioni, per oltre 800 milioni complessivi.

Commenti politici

Genova | “Bene i 50 milioni di euro per la manutenzione dei motori degli elicotteri dell’esercito, ma ancora nessuna firma sulla commessa da 130 milioni di euro per sbloccare i nove nuovi P180 e il primo dei 19 refitting. Ritardo che allunga ulteriormente il rientro dalla cassa integrazione dei lavoratori di Piaggio Aero e LaerH. “. È il commento dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, a seguito dell’incontro dedicato alla vertenza Piaggio Aerospace tenutosi questa mattina al Mise. “È difficilmente comprensibile – aggiunge Benveduti – il protrarsi di un atto, che colpisce ancora una volta lavoratori e azienda. Auspichiamo che venga finalmente rispettata la nuova scadenza imprescindibile del 23 dicembre, alla luce degli impegni presi verso i lavoratori. Oggi è questa la priorità, nell’attesa che venga illustrata dai ministeri competenti la visione strategica italiana per tutto il comparto della Difesa”.

Ultima revisione articolo: