“Italian Riviera” a Bruxelles per una Community Europea dello Sport

Albenga Per la prima volta nel Ponente 18 Comuni fanno squadra per promuovere il territorio e le attività sportive come attrattiva turistica

la consegna della Bandiera a Bruxelles

Andora / Bruxelles | Una campagna di comunicazione con un’immagine coordinata che identifica e accomuna ben 18 comuni da Savona ad Andora: bandiere agli ingressi dei paesi, striscioni, manifesti, spot, pubblicità, eventi itineranti per far conoscere un comprensorio dove il turismo si coniuga con la pratica sportiva. È il progetto per il 2020 di “Italian Riviera” presentato ieri a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo dove  i comuni hanno ricevuto  la bandiera di ‘Community Europea dello Sport” dalle mani di Gian Francesco Lupattelli, presidente di Aces Europa, presenti la vice presidente della Regione Liguria Sonia Viale e il consigliere regionale Paolo Ardenti. 

I comuni partecipanti alla Comunità Europea dello Sport 2020 sono Andora, Laigueglia, Alassio, Albenga, Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Boissano, Loano, Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Savona, Cairo Montenotte, Albisola Superiore, Celle Ligure e Varazze. Alla cerimonia hanno partecipato comunità, città e Comuni di tutta Europa. A coordinare il programma promozionale  è l’Unione Provinciale Albergatori della Provincia di Savona. 

“Per la prima volta nel Ponente Ligure, un numero considerevole e rappresentativo di comuni ha deciso di fare squadra e investire su un’azione di promozione, per 365 l’anno, delle molteplici attrattive sportive della costa o dell’entroterra, in parallelo con quelle classiche balneari – ha spiegato Alberto Orso, presidente di Ads UpAces  che ha guidato la delegazione a Bruxelles – Il riconoscimento come Community Europea dello sport è il blocco di partenza di una staffetta che vuole andare oltre al 2020 permettendo a piccoli e grandi comuni di essere riconoscibili a livello nazionale ed Internazionale”.

Il planning delle iniziative pubblicitarie è stato condiviso fra i comuni che parteciperanno a sostenere la spesa con un criterio che terrà conto delle dimensioni.  “Le risorse necessarie possono arrivare dalla Tassa di Soggiorno, ma anche da fondi degli enti visto che non tutti i comuni aderenti hanno deciso di applicarla sui loro territori – spiega Angelo Berlangieri, presidente Unione Provinciali Albergatori  – Chi nei prossimi mesi arriverà nel Ponente riconoscerà i partecipanti alla Community grazie ad insegne, bandiere, striscioni. Saranno naturalmente realizzati tanti eventi con personaggi del mondo dello Sport nazionale e promozionato un calendario di gare sportive condiviso che permetterà alle strutture ricettive di realizzare pacchetti speciali”. 

Oltre ad Angelo Berlangieri, alla cerimonia di Bruxelles hanno partecipato, Mauro Demichelis, sindaco di Andora, Roberto Sasso del Verme sindaco di Laigueglia, Roberta Zucchinetti, assessore allo Sport di Alassio, Luca Ottonello, assessore al Turismo e allo Sport di Albisola Superiore, Maurizio Scaramuzza, assessore allo Sport di Savona, Cristiana Sechi, assessore allo sport comune di Spotorno,  Roberto Speranza, vice sindaco e  Caterina Garra, assessore allo Sport del Comune di Cairo Montenotte,  Erika Noberasco , presidente Associazione Albergatori Ceriale, Gerolamo Callerim del Consiglio comunale di Albenga, Alberto Orso presidente dell’associazione UpAces e Carlo Scrivano Direttore Unione Provinciale Albergatori.

“Abbiamo un patrimonio eccezionale di proposte sportive di qualità da proporre ad agonisti o semplici appassionati: dagli sport di mare a quelli sui sentieri oltre a strutture sportive accoglienti – dicono gli amministratori presenti – Promuoveremo insieme gli eventi di carattere nazionale insieme a iniziative di promozione dello sport amatoriale ed inclusivo senza dimenticare di proporre itinerari alla scoperta dell’arte, dei prodotti tipici ed artigianali dedicati agli accompagnatori e famigliari di chi pratica sport”.