Alassio, Villa Fiske: “i giardini stanno tornando all’antico splendore”

"L'idea è quella di far rivivere un'area davvero splendida e strategica per essere un vero polmone verde cittadino"

Scorcio giardini di Villa Fiske ad Alassio

Alassio | I lavori sono iniziati da qualche giorno; ieri il sopralluogo da parte dei responsabili della Gesco e dell’Amministrazione Comunale ha evidenziato il grande intervento in corso sul parco di Villa Fiske ad opera della cooperativa il Rastrello di Genova. “È un intervento molto importante – spiega Igor Colombi, presidente della Gesco – che avevamo pianificato da tempo, a seguito di una serie di sopralluoghi che avevano evidenziato l’esigenza di una manutenzione straordinaria. La cooperativa Il Rastrello infatti ha iniziato in questi giorni il primo dei tre lotti di riqualificazione (parte bassa, media e alta del parco – iniziando dalla cancellata d’ingresso, proseguendo lungo la strada con il riordino dei confini e delle staccionate, nonchè dei muretti a secco, dei muri e del verde con la potatura di alberi e cespugli: in pochi giorni hanno già riempito due scarrabili messi a disposizione dalla Sat”.

RobertoMichels

“I giardini di Villa Fiske – aggiunge l’assessore alle Partecipate, Fabio Macheda – stanno tornando all’antico splendore. L’idea, grazie a questi lavori e all’opera di manutenzione ordinaria che dal luglio scorso viene puntualmente portata avanti dalla Gesco con personale qualificato e dedicato, è quella di far rivivere un’area davvero splendida e strategica per essere un vero polmone verde cittadino”. Ieri anche il vicesindaco Angelo Galtieri e la consigliera incaricata al Verde Pubblico, Alessandra Aicardi, hanno preso parte al sopralluogo, prendendo atto di “come effettivamente i nuovi lavori stiano evidenziando scorci davvero suggestivi del parco”.

“Quello della manutenzione del verde pubblico – aggiunge proprio Alessandra Aicardi – è un impegno continuo, che non è fatto solo di potature e sfalci ma di verifica anche che permangano le condizioni corrette per lo sviluppo delle piante. Ecco perchè, per esempio, in questi giorni stiamo spostando tutti gli oleandri che insistono su Passeggiata Ciccione. La salsedine e il quantitativo insufficiente di terra ne impedivano lo sviluppo e la fioritura. Li abbiamo subito piantumati in Via Boselli con condizioni più consone per la loro fioritura”.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO