Lo stato di vigilanza all’ex ACNA di Cengio

Savona / Genova | Mauro Righello (Pd) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega del gruppo Giovanni Lunardon, in cui oggi in Consiglio regionale ha chiesto alla giunta se la proprietà dell’ex sito industriale ACNA di Cengio e Saliceto stia gradualmente dismettendo la presenza di personale nei giorni festivi anche in presenza di allerta meteo, privando così l’area – ha detto – di un’adeguata vigilanza e monitoraggio. Righello ha sottolineato che la Valle Bormida è stata dichiarata “area ad elevato rischio di crisi ambientale” e che Syndial S.P.A. (oggi Eni Rewind) del gruppo Eni, in seguito a precisi accordi intervenuti in questi anni, ha realizzato interventi di bonifica e messa in sicurezza del sito che non sono ancora terminati. L’assessore all’ambiente Giacomo Giampedrone ha spiegato che la competenza è del Ministero dell’Ambiente perché si tratta di un sito di interesse nazionale: «Abbiamo inoltrato, dopo questa interrogazione, una nota urgente al ministero e appena avremo la risposta gliela farò pervenire». 

offertecooponline

Ultima revisione articolo: