IABW 2019 – Italia Africa Business Week

Iniziata a Milano la terza edizione di Italia Africa Business Week - IABW 2019, il primo business forum italo-africano

Italia Africa Business Week

Savona / Milano | È iniziato con la Conferenza plenaria di apertura, martedì 26 novembre 2019 alle ore 9:00, la terza edizione di Italia Africa Business Week – IABW 2019, il primo business forum italo-africano. Alla conferenza, cui hanno partecipato 240 ospiti, sono intervenuti il Presidente dell’Associazione Le Réseau, che organizza Italia Africa Business Week, Cleophas Adrien Dioma, che ha parlato di una “forte vicinanza” nel modello sociale, e imprenditoriale, tra l’Italia e l’Africa, “una struttura legata alle famiglie” e sottolineando il valore intrinseco della diaspora, come testimone e motore di un nuovo rapporto, positivo, tra l’Italia e l’Africa. Dioma, citando Thomas Sankara, ha parlato di “osare costruire l’avvenire” inquadrando il forum IABW proprio tra le iniziative portanti della diaspora africana in Italia.

La Vice-Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela del Re si è concentrata sui numeri: un volume di interscambio, tra Italia e Africa, cresciuto di oltre il 10% tra il 2017 e il 2018, raggiungendo i 40 miliardi di Euro nell’anno 2018. “Le esportazioni sono cresciute del 3,3%, ammontando ad oltre 18 miliardi, e verso la sola area sub-sahariana queste hanno superato nel 2018 i 5,6 miliardi di euro, un incremento del 7,2% rispetto al 2017”. 

offertecooponline

L’Africa, con tassi di crescita tra i più alti a livello mondiale (una media del 5% tra il 2000 e il 2015 e una stima del 3,8% per il 2019) e una classe media emergente in forte aumento, attualmente composta da 300 milioni di cittadini africani, nei prossimi 10 anni sarà il mercato più popoloso, raggiungendo nel 2050 i 2,5 miliardi di persone. Un quarto della popolazione mondiale. “L’entrata in vigore dell’African Continental Free Trade Area (AfCFTA) consentirà di dar vita ad un mercato integrato di oltre 1,2 miliardi di persone e un PIL pari a oltre 3,4 miliardi” ha sottolineato Del Re, evidenziando il ruolo delle PMI e delle istituzioni nel sostegno all’industrializzazione e nell’adozione di processi produttivi improntati alla sostenibilità. 

“In Africa noi saltiamo le tappe. In Burkina tutti quanti fanno acquisti col cellulare. Abbiamo saltato le carte di credito”, ha detto il Ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato del Burkina Faso, Harouna Kabore, concludendo il suo discorso invitando gli investitori italiani ed europei ad investire in Burkina Faso, una porta d’accesso a tutta la zona economica dell’Africa occidentale. “Air Burkina è la più antica compagnia aerea africana. Sin dalla sua creazione, nel 1967, ha sempre funzionato. In un’ora da Ouagadougou siete a Bamako, in Mali, a Abidjan, in Costa d’Avorio, in Benin, in Ghana, e in tutti i paesi vicini. Il secondo aeroporto è in costruzione e servirà a fare del Burkina l’hub aereo della regione”. 

“È bellissimo vedere che adesso l’Italia cerca opportunità in Africa” lo ha detto Mohamed Abdi Hayir, Ministro dell’Informazione, della Cultura e del Turismo della Somalia. “L’Africa sta attirando sempre più investitori con nuove opportunità. Crediamo che una più profonda integrazione economica è cruciale per il nostro sviluppo. La Somalia è di nuovo aperta agli investimenti e allo sviluppo industriale. ”

 “Nel mio paese, il Benin, il digitale è una realtà. Con gli investimenti e i lavori in corso per l’installazione della fibra ottica, l’economia digitale avrà un ruolo sempre più importante. Un punto molto importante è la riforma dell’Agenzia delle esportazioni. La riforma delle dogane e la zona economica speciale, con un regime fiscale interessante, sono i punti attraenti per gli investitori”, ha concluso Albin Feliho presidente della CONEB, la Confederazione delle imprese del Benin.

“I contatti con le comunità della diaspora – dice Laura Specchio del Comune di Milano – sono una parte importante dell’imprenditoria e dell’economia. Ogni volta che si parla di Africa si pensa agli aiuti dimenticando gli aspetti economici. Questo forum è un momento molto importante per la nostra città”.

Nella giornata del 26 novembre 2019 i partecipanti hanno superato le 400 persone facendo dell’edizione IABW 2019 la più partecipata di sempre. Sempre nella giornata del 26 novembre 2019 la Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re ha tenuto due incontri bilaterali con il Ministro del Commercio, Industria e Artigianato del Burkina Faso Harouna Kabore e con il Ministro dell’Informazione, Cultura e Turismo della Repubblica di Somalia Mohamed Abdi Hayir, un segno di come iniziative come IABW uniscano realtà lontane.

Ultima revisione articolo: