Albenga, Sciuto: “Manifesto laico contro il multiculturalismo”

Invitata dall'associazione Iniziativa Laica Ingauna, Cinzia Sciuto sarà ad Albenga venerdì 8 novembre per presentare il suo ultimo libro e discutere le sue tesi

Cinzia Sciuto Manifesto laico

Albenga | Vent’anni fa un politologo liberale – Giovanni Sartori (1924-2017) – pubblicò un saggio in difesa della “buona società pluralista” che prendeva di mira criticamente i limiti – e i pericoli possibili – che potevano nascere da visioni ideologiche promotrici di un multiculturalismo spinto ad oltranza (Pluralismo, multiculturalismo e estranei. Saggio sulla società multietnica, Milano, Rizzoli, 2000/2002). Fu subito polemica, più che dibattito, ma molte delle questioni affrontate in quel libro – si condividano o meno le argomentazioni di Sartori sui sempre indecisi e conflittuali confini tra etica e politica – restano aperte ancora oggi.

Con sensibilità in parte diversa e in parte simile, qualche mese fa è uscito un altro saggio “militante” che appunto affronta tali questioni e che – così recita la presentazione editoriale – “smaschera le pretese velleitarie del multiculturalismo: nel reclamare riconoscimento e rispetto delle identità delle diverse componenti etniche, religiose e culturali di una società, il rischio è perdere di vista che il soggetto titolare di diritti è solo ed esclusivamente il singolo individuo e non i gruppi”. Il titolo del libro è “Non c’è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo” (Milano, Feltrinelli, 2018) scritto dalla saggista e redattrice della rivista “MicroMega” Cinzia Sciuto, la quale prospetta e argomenta in favore di “una visione etica e politica radicalmente laica” come vera soluzione in grado di salvaguardare contemporaneamente “disomogeneità culturale e diritti delle persone”, contrastando tensioni sociali potenzialmente esplosive che invece il “multiculturalismo” (inteso sostanzialmente come ideologia politica) incentiva e accresce.

Invitata dall’associazione Iniziativa Laica Ingauna, Cinzia Sciuto sarà ad Albenga venerdì 8 novembre per presentare il suo libro e discutere queste sue tesi: l’incontro pubblico si terrà alle ore 21 presso la Sala conferenze di Palazzo Scotto Niccolari (nel centro storico, in via Medaglie d’Oro 7). (effe)


IN BREVE | Invitata dall’associazione Iniziativa Laica Ingauna, Cinzia Sciuto sarà ad Albenga venerdì 8 novembre per presentare il suo libro “Non c’è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo” (Milano, Feltrinelli, 2018): l’incontro pubblico si terrà alle ore 21 presso la Sala conferenze di Palazzo Scotto Niccolari.


Ultima revisione articolo: