Ottobre De André: ironia, emozioni e tanta buona musica

Il palco ad Albenga per finale Ottobre De Andrè 2019

Albenga | Risate, ironia, emozioni, ricordi e tanta buona musica. Si è così conclusa sabato pomeriggio al Teatro Ambra di Albenga l’edizione 2019 di “Ottobre De Andrè”, la manifestazione ideata dai Fieui di caruggi che unisce divertimento e beneficenza (le offerte raccolte anche quest’anno saranno devolute alla Comunità di San Benedetto al Porto fondata da don Gallo).

“Un palco da fare invidia a città ben più blasonate di Albenga e a eventi superfinanziati. Sentire cantare Creuza de ma da Dori Ghezzi e Mauro Pagani, che ne è l’autore insieme a Fabrizio De André, è stato un momento davvero magico” sono stati i commenti. Mal si è rivelato un grande mattatore e ha saputo coinvolgere un pubblico come sempre molto partecipe. “Michele Maisano ha ripresentato i suoi successi accolti da lunghi applausi entusiasti. Attimi di forte commozione nel ricordo di Giorgio Faletti da parte della moglie Roberta Bellesini e Antonio Ricci, sempre arguto e pungente. Notevole la performance canora di Duccio Forzano, il regista del Festival di Sanremo, che ha dimostrato di poter aspirare al palco dell’Ariston”.

Suggestiva e gradita dagli spettatori anche l’interpretazione di alcuni brani di Fabrizio De Andrè da parte di Danila Satragno, Robin Manzini e Tristan Devid Martinelli. Così come “curiosa e sorprendente” la presenza di “The Andre”, il misterioso trapper del web che canta con la voce di Fabrizio le canzoni di Achille Lauro o Sfera Ebbasta. E come sempre una garanzia gli habituès Franco Fasano al pianoforte, Mauro Vero alla chitarra e Claudio Miceli al sax.

[related_post]

Ultima revisione articolo: