Referendum anti-proporzionale, delibera Liguria depositata in Corte di Cassazione

Senarega: "insieme a Calderoli e gli altri colleghi consiglieri di Lombardia, Veneto, Piemonte, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Basilicata, abbiamo depositato la delibera con i vari documenti"

Il consigliere regionale Franco Senarega in Corte di Cassazione

Genova / Roma | Il consigliere regionale Franco Senarega stamattina a Roma ha depositato la delibera votata dalla maggioranza in Regione Liguria in sostegno del sì al referendum della Lega per abrogare la quota proporzionale nel sistema elettorale.

RobertoMichels

“Questa mattina presso la Suprema Corte di Cassazione – ha spiegato Senarega – insieme a Calderoli e gli altri colleghi consiglieri di Lombardia, Veneto, Piemonte, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Basilicata, abbiamo depositato la delibera con i vari documenti. Il quesito referendario rimanda a un nuovo sistema elettorale, in stile anglosassone perché ispirato al maggioritario puro inglese. In questo modo, potremo evitare le nefandezze politiche e le bassezze dei giochi di poltrone accadute di recente in danno del popolo italiano. Se l’iter del referendum non subirà intoppi e non ci sarà un muro di gomma contro il pieno rispetto della reale volontà popolare, il prossimo 10 febbraio la Corte Costituzionale potrà dare il via libera. Siamo sicuri che al voto del referendum seguirà una vittoria di tutti e per tutti”.

Vedi anche Referendum nazionale contro il sistema proporzionale, minoranza abbandona l’aula

Ultima revisione articolo: