“Cervelli in fuga”: a Varigotti la musica di Ars Populi intrattiene divertendo (ma non solo)

Varigotti - Finale Ligure

Finale Ligure. Serata dal titolo “Cervelli in Fuga” con il concerto degli Ars Populi nella piazzetta Libeccio di Varigotti giovedì 11 luglio a partire dalle ore 21,15. Il concerto, realizzato con il contributo del Comune di Finale Ligure e con il Patrocinio dell’Università degli Studi di Genova, sarà preceduto da un breve intervento dello storico Fabio Caffarena, dell’Università di Genova e del CISEI, che parlerà dei fenomeni migratori del territorio finalese.

“Cervelli in fuga” è un progetto musicale di Ars Populi, promosso dall’etichetta discografica Hive Records dell’editore genovese Verdiano Vera, anche direttore del Salone della Formazione e dell’Innovazione Musicale di Milano. I musicisti sono Giovanni La Grotteria (voce e chitarra classica), Guido Bottaro (pianoforte) e Antonello Palmas Cotogno (basso). Il genere musicale suonato è molto raffinato e divertente. Il progetto Ars Populi ama mettere al centro della sua originalissima visione temi sociali contemporanei cogliendone le contraddizioni in un mix di ritmi travolgenti con echi della musica colta occidentale che ammiccano ai balli sudamericani più sfrenati. La serata è organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale L’Alveare, Maia di Verdiano Vera e Circolo Culturale Song Ars Populi, in collaborazione con Teleliguria, Comune di Finale Ligure, Associazione Varigotti Insieme e CISEI – Centro Studi per l’Emigrazione Italiana.

maxresdefault

«La fuga dei cervelli all’estero fa perdere all’Italia in termini di capitale umano circa 14 miliardi all’anno, pari a 1 punto percentuale di Pil. Il calcolo è del centro studi di Confindustria, che nel suo ultimo rapporto Le sfide della politica economica sottolinea come “la bassa occupazione giovanile è il vero tallone d’Achille del sistema economico e sociale italiano” e abbassa il nostro potenziale di sviluppo, causando un “doppio spreco”. Dal 2008 al 2015, periodo in cui il tasso di disoccupazione in Italia è passato dal 6,7% all’11,9%, hanno spostato la residenza all’estero 509mila italiani. Un vero e proprio esodo di massa. Ars Populi tratta, in modo cantautorale graffiante ed ironico caratteristico della band genovese, il grande tema della fuga dei cervelli dal nostro paese. Oggi chi emigra dall’Italia spesso non raggiunge l’obiettivo di realizzare le condizioni economiche per tornare. I nostri nonni spesso ritornavano a casa con un gruzzolo che consentiva loro una vita dignitosa nel loro paese, oggi spesso i trattamenti stipendiali complessivi all’estero garantiscono forse appena una dignitosa sopravvivenza.»