Le Caravelle di Ceriale, il parco acquatico che “fa stare bene”

Savona / Ceriale. Le piscine sono riempite di un’acqua azzurro cristallino, le sdraio rosse sono pronte per donare relax, i gommoni sono pronti per scivolare nei tunnel, la piscina di palline è pronta per accogliere gioiosi bambini, i giardini sono prosperi di colori: al parco acquatico “Le Caravelle” di Ceriale è tutto pronto per la riapertura del prossimo 8 giugno. Come ormai da trent’anni a questa parte, sta dunque per iniziare una nuova stagione estiva ricca di colore, come il nuovo slogan: “Mi fa stare bene!”. “Chi viene nel nostro parco acquatico lo fa per trascorrere una giornata diversa, una giornata in cui dimenticare le difficoltà, grandi e piccole, che caratterizzano la nostra società, per godersi un po’ di relax e di divertimento” spiega Marina Murialdo, anima del parco e imprenditrice turistica, facendo riferimento al significato dello slogan scelto quest’anno.


Una giornata di relax e divertimento e, “perché no, anche di riscoperta di certi affetti che al giorno d’oggi vengono dati per scontati e invece rappresentano il vero ‘tesoro’ della vita di ciascuno di noi” commenta Marina Murialdo: “A volte all’ingresso del nostro parco capita di incontrare famiglie, genitori e figli, che entrano sì insieme, ma per motivi diversi sono lontani, distanti, e perciò non riescono a godersi il momento. I bambini e i ragazzi, ad esempio, sono ‘rapiti’ dai telefonini o dai tablet, mentre mamma e papà si portano dietro le loro preoccupazioni quotidiane. Dopo qualche ora nel parco, però, tutto sembra dimenticato: basta un giro sugli scivoli, un tuffo nella piscina a onde, un giro nella ‘Sorgente del Kuore’ ed ecco che genitori e figli si riuniscono e tornano ad unirsi in uno splendido abbraccio. Questo è quello che ogni giorno cerchiamo di regalare ai nostri ospiti: sorrisi e spontaneità”. Tutto ciò è reso possibile anche e soprattutto dal lavoro dello staff del parco: “I nostri collaboratori formano una squadra che lavora, ma che si diverte anche. Grazie al loro impegno ogni anno riusciamo ad offrire un’accoglienza non solo ‘turistica’ ma anche famigliare. Chi viene a ‘Le Caravelle’ viene nella nostra casa e questo è qualcosa che le persone percepiscono”.

“Le Caravelle”, oltre ad essere uno dei poli del divertimento più conosciuti ed apprezzati della Liguria, è anche un’azienda che dà lavoro ad un centinaio di addetti diretti, ai quali vanno sommate altre 35 persone (tra elettricisti, idraulici, giardinieri e manutentori) di indotto; senza dimenticare, ovviamente, le 50 agenzie di viaggio e le altre 60 aziende del territorio e non che collaborano regolarmente con il parco acquatico. Anche quest’anno, dunque, il più grande parco della Liguria (un grande giardino mediterraneo in cui sono immersi i giochi acquatici, le zone relax e d’intrattenimento) è “pronto ad offrire un’imperdibile esperienza all’insegna della spensieratezza e del divertimento grazie ad una collaudatissima formula che unisce intrattenimento, coinvolgimento e gioco”. Attivi dalla riapertura tutti i giochi acquatici, dagli scivoli ai toboga per grandi e piccini, dalla piscina ad onde alle multi piste, dai rii da percorrere con i ciambelloni a due, al kamikaze, ma anche aree pic-nic, gli spazi relax, le spiagge artificiali dove prendere la tintarella. Per chi è in cerca di relax c’è la “Sorgente del Kuore”, spazio dedicato all’acqua come fonte di benessere che propone un percorso emozionale dove l’acqua tonifica il corpo con vasche dedicate al massaggio, zone in cui il vapore rilassa e purifica la pelle e l’alternanza di acqua calda e fredda donano la carica giusta anche a chi si concede una piccola vacanza di un solo giorno. E nel corso dell’anno non mancheranno le manifestazioni e gli eventi organizzati in collaborazione con il Comune di Ceriale a tema ambientale ed ecologico. (effe)

Ultima revisione articolo: