TAV, viceministro Rixi: “opera che va terminata”

Savona / Roma. “La Tav Torino-Lione va terminata, così come gli altri corridoi europei, perché sarebbe da pazzi lasciare incompleta un’opera di collegamento internazionale, indispensabile per la penetrazione sui mercati esteri sopra i 200 chilometri dei nostri porti” dichiara il viceministro alle infrastrutture e ai trasporti Edoardo Rixi: “L’Italia ha bisogno di una catena logistica che metta in filiera mare-ferro-gomma, potenziando le autostrade del mare e risolvendo le criticità sui valichi alpini. La sfida dell’intermodalità passa per il potenziamento delle infrastrutture su ferro, a oggi decisamente carenti e congestionate, anche nell’ottica dell’efficientamento e della mobilità green. La salvaguardia dell’ambiente e l’abbattimento delle emissioni non possono prescindere dallo sviluppo delle infrastrutture ferroviarie”.

Ultima revisione articolo: