Itinerario “Essere” sociale, una mostra e incontri con le associazioni

Finale Ligure. Presso il Palazzo del Tribunale di Finalborgo sabato è stata inaugurata la mostra itinerario “Essere” sociale, seconda tappa del percorso “Scelte e differenze”, tema portante della stagione 2018/’19 del Teatro delle Udienze. La mostra, promossa dal Comune di Finale Ligure, sarà visitabile fino a domenica 24 febbraio con apertura al pubblico dalle 15,00 alle 19,00 (tutti i giorni tranne il lunedì).
La seconda tappa del percorso “Scelte e differenze” vuole dare voce ad alcune Associazioni nel nostro territorio attive in ambito sociale e “il suo obbiettivo principale è suscitare alcune domande e trovare delle risposte: Le associazioni sono composte da persone che creano, sviluppano e si occupano di progetti, ma cosa li muove ad occuparsi dell’altro? Da dove nascono questi progetti? Chi sono le persone che ne beneficiano? E come? Spesso l’unico motivo per il quale non si collabora o non si condivide è perchè, in realtà, non si conosce”.

promozione tennis sport
Clicca l'offerta

Promozione. 20% di sconto sui prodotti Asics. Valido solo per gli aritcoli inclusi nella categoria speciale. Non cumulabile con altri sconti. Utilizza online questo codice sconto: 20ASICS

All’interno della mostra ci saranno varie postazioni dove si potranno incontrare le associazioni che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento: A Cielo Aperto, ANFFAS- Albenga, ANPI–Sezione Finale Ligure, Associazione Culturale a scopo sociale BABA JAGA, La Comunità Papa Giovanni XXIII, Presidio Ponente Savonese di Libera – Nino ed Ida Agostino, Progetto Nonunomeno, Società Cooperativa Sociale Jobel, Slow Food Albenga-Finale-Alassio.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Di seguito alcuni appuntamenti per potere incontrare le associazioni più da vicino.

Sabato 16 Febbraio
– Ore 20.00/21,00 e 22.00/22.30
“Presidio Ponente Savonese di Libera – Nino ed Ida Agostino”. Progetto “Per questo mi chiamo Giovanni – un fumetto per la legalità”. Nato per iniziativa del Presidio Ponente Savonese di Libera, il progetto parte dall’idea di utilizzare il fumetto per offrire uno strumento agli insegnanti che vogliono affrontare il tema delle mafie nelle loro classi. Libera sarà presente per dare informazioni sul progetto e visionare alcuni pannelli dipinti dagli autori dei fumetti usati nelle scuole, circondati da alcuni lavori eseguiti dai ragazzi. Sarà anche un’occasione per sostenere il progetto facendo la tessera 2019.

– Ore 21.00
Associazione Culturale a Scopo Sociale Baba Jaga. Spettacolo teatrale “Il diario di Adamo ed Eva” di Mark Twain. Gratuito per i nuovi tesserati Baba Jaga 2019; ridotto per soci A Cielo Aperto, Soci a Anffas, Soci ANPI, Soci Papa Giovanni XIII, Soci di Libera, Soci Jobel, Soci Slow Food, Soci CAI, studenti delle scuole superiori, sostenitori #iovivoilteatrodelleudienze. ..

Mercoledì 20 Febbrao
– Ore 21.00
ANPI sezione di Finale Ligure. Il “sociale” nella Costituzione italiana una rivoluzione ancora in corso”. In diretta dal Teatro delle Udienze una puntata speciale di Radio Anpi dedicata ai temi del
sociale contenuti e fortemente voluti nella nostra Costituzione. Sul palco e in collegamento telefonico tanti ospiti con i quali discutere di cibo, lavoro, salute, famiglia, disagio, diritti di cittadinanza, giustizia sociale. Ascolteremo storie e persone che nella loro vita hanno fatte delle scelte e che, con la loro vita, fanno la differenza.

Venerdì 22 Febbraio
– Ore 9.00
Associazione di Promozione Sociale “A Cielo Aperto”. Seminario di lavoro per “Il Cantiere SocialeFinalese”. È all’interno dell’esperienza quotidiana con le fragilità della vita, individuali e collettive, che prende forma il seminario di approfondimento organizzato dall’Associazione di
Promozione Sociale “A Cielo Aperto”. «L’appuntamento è strategico: lanciare un cantiere di lavoro che sappia riordinare idee, progettazioni, interventi nel distretto finalese. Operando quotidianamente con chi chiede aiuto, non possiamo rinunciare a fermarci per fare il punto su quanto facciamo ed esplorando potenziali nuove richieste ed ambiti di azione innovativi. Se da lato, l’attenzione posta sulla qualità della presa in carico dei casi e il rispetto delle regole sulle certificazioni e gli accreditamenti hanno rischiato di prevalere sulla gestione del servizio sociale; dall’altro, la sfida imminente è quella di un rilancio delle cosiddette “buone pratiche” espresse in questi anni associandole ad un riordino generale delle richieste che formano la domanda sociale di welfare. Visibile e sommerso. Che arriva (e non arriva) sulle scrivanie di tecnici e operatori. Con una progressiva e condivisa assunzione di responsabilità, il seminario che andiamo a presentare intende rispondere a queste esigenze: ascoltando, la voce di tutti, raccogliendo, le esperienze in atto, rigenerando nuovi servizi. A questo processo di legittimazione affiancheremo una proposta di rilancio e ricostruzione. Per un nuovo inizio. Per un patto costituzionale del welfare finalese».

-Ore 21.00
Comunità Papa Giovanni XXIII. Le frontiere del gratuito. «Il fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, Don Oreste Benzi, ha sempre chiesto di lottare per la rimozione delle cause di ingiustizia. Nella condivisione diretta abbiamo scoperto che si può fare anche nella vita quotidiana. Volete sapere come? – Daniele Tappari racconta “Il Villaggio della Gioia” e “La Scuola del Gratuito”. – Agnese Trovato e Giulia Musicò testimoniano la loro esperienza nel “Servizio Antitratta”. Sergio Musicò descrive il servizio alla “Mensa del povero”. Francesca e Andrea, Chiara e Andrea, mamme e papà di Case Famiglia, portano la vita di condivisione quotidiana». Moderatore della serata Matteo Fadda Responsabile della Zona Torino-Liguria per l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: