Sindaco Melgrati: “Siamo nel Medio Evo dei trasporti, portiamo le ferrovie liguri nel secondo millennio”

Alassio. Bloccata la linea ferroviaria questa mattina tra Andora e Alassio per guasti elettrici, sino al primo pomeriggio per gli spostamenti i passeggeri hanno dovuto ripiegare – con non pochi disagi – sui bus sostitutivi nelle tratte di collegamento da Genova /Albenga / Ventimiglia. “Siamo nel Medio Evo dei trasporti dove basta un guasto banale per mandare in tilt il traffico di persone e merci” ha commentato il sindaco di Alassio Marco Melgrati, “Dobbiamo portare le ferrovie liguri nel secondo millennio!”.

“I media – prosegue il sindaco – rilanciano teatrini ‘sitav-notav’ all’interno del medesimo governo che rasentano il ridicolo. Nei mesi scorsi è stato approvato un ordine del giorno in cui il Governo si è impegnato a individuare i finanziamenti per il completamento del raddoppio ferroviario del ponente ligure: da allora il silenzio. Se il Governo si è impegnato con un atto ufficiale è ora che rispetti gli impegni. Sotto il profilo dei trasporti la Liguria sta vivendo in un girone dell’Inferno dantesco e non mi sembra di avvertire nessuna inversione di tendenza a livello di un Governo che dopo quasi un anno non ha ancora capito cosa fare sul fronte delle infrastrutture”.

Il ponente ligure continua a vivere un grave disagio, “monco di una vera e propria rete infrastrutturale”: “Il crollo del Ponte Morandi – aggiunge Melgrati – dopo più di cinque mesi, autentico monumento all’inedia governativaha del tutto compromesso un equilibrio già precario di una Regione morfologicamente complessa e pertanto bisognosa di attenzioni particolari. L’episodio di stamattina nel 2019 ha un che di grottesco e raccapricciante per località che sono il fiore all’occhiello del turismo ligure: viaggiatori costretti a scendere, imbarcati su autobus per raggiungere le proprie destinazioni o stazioni successive con ore di ritardo. Vergognoso!”