Liguria, mobilitazione per il futuro di Piaggio Aerospace e Laer H

Savona / Genova. A Savona questa mattina corteo dei lavoratori di Piaggio Aerospace per protestare contro la richiesta di amministrazione straordinaria avviata dall’azienda. Con i lavoratori e i sindacati erano presenti anche sindaci della provincia, amministratori e rappresentanti politici. La crisi dell’azienda sta mettendo a rischio la sopravvivenza “sia i due stabilimenti Piaggio che quello della Laer H” ha dichiarato Andrea Pasa, segretario provinciale Cgil Savona. Il corteo si è concluso con un incontro in Prefettura

RobertoMichels

Il Gruppo consiliare del Pd in Regione Liguria era rappresentato dal vicepresidente del Consiglio regionale Luigi De Vincenzi: «La lotta dei lavoratori di Piaggio è sacrosanta e il Partito Democratico, come ha fatto in questi mesi, continuerà a sostenerla. L’ex ministro della Difesa Pinotti aveva avviato l’iter per la commessa da 766 milioni di euro per il drone, che avrebbe garantito a Piaggio un futuro. Ma i continui tentennamenti dell’attuale governo, che doveva soltanto dare il via libera a questa commessa, stanno mettendo a serio rischio lo stabilimento e i suoi 1100 lavoratori. Il Movimento 5 Stelle appena sente la parola “drone” non capisce più nulla e si permette, per una mera questione ideologica, di mandare a casa più di mille persone e distruggere una delle aziende più importanti della Liguria. La Lega, ancora peggio, non dice una parola per dovere di coalizione. La maggioranza giallo-verde non può giocare con la vita delle persone e deve garantire i livelli occupazionali, il reddito e la piena operatività di Piaggio in tutti i livelli produttivi. Bisogna ripartire dall’unico accordo valido: l’accordo di programma siglato nel 2014. Piaggio Aerospace è un’azienda strategica per l’intero Paese. Il tempo è finito e va presa subito una decisione. Movimento 5 Stelle e Lega la smettano di tenere in ostaggio 1100 lavoratori e sblocchino questo impasse».

Nella foto: Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini

Secondo Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini presente oggi insieme al senatore Paolo Ripamonti, «in sostanza, si è trattato di un corteo pacifico per sensibilizzare il Ministero dello Sviluppo economico ad anticipare l’incontro con le parti sociali previsto il 7 dicembre. La situazione che riguarda 1200 lavoratori è urgente. Piaggio Aerospace deve essere considerata una priorità per il Paese e occorre trovare soluzioni al più presto per garantire un futuro sostenibile a tutela dell’occupazione sul territorio».

Paolo Ardenti, che successivamente si è recato in Consiglio regionale a Genova, dove insieme ai colleghi savonesi ha preparato un ordine del giorno sulla nomina del Commissario straordinario e sul mantenimento e la salvaguardia dei livelli occupazionali per gli stabilimenti di Villanova d’Albenga e Sestri Ponente e dell’azienda Laer H: «Con questo ordine del giorno, che è stato firmato anche dal nostro capogruppo Franco Senarega e poi votato all’unanimità dal Consiglio regionale – ha aggiunto Ardenti – abbiamo voluto impegnare la giunta regionale a sostenere l’attività dei rappresentanti istituzionali nei territori della Provincia di Savona nella richiesta di nomina di un Commissario straordinario per la gestione di Piaggio Aerospace e ad adottare tutti gli strumenti necessari per la tutela dei lavoratori».

“Massimo sostegno alla vertenza” assicura Andrea Melis, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle: “Come rappresentante sul territorio, mi attiverò con tutti gli strumenti disponibili per dare il mio contributo affinché i lavoratori Piaggio possano ricevere le risposte positive che attendono da tempo”.

Il documento sottoscritto in regione ha l’obiettivo di mantenere e salvaguardare i livelli occupazionali per gli stabilimenti di Villanova d’Albenga, Sestri Ponente e dell’Azienda Laer H Srl, e l’Ordine del giorno impegna il Presidente e la Giunta regionale affinché si attivi verso il Governo e affronti concretamente la vertenza Piaggio Aerospace Industries.

«Abbiamo chiesto – commenta Andrea Melis – che sia nominato nel più breve tempo possibile un Commissario straordinario per la gestione dell’Amministrazione straordinaria di Piaggio. Parimenti, ci aspettiamo che in questa fase transitoria ci sia la massima attenzione sui contratti potenzialmente in essere o in divenire e che sia imprescindibile il mantenimento delle lavorazioni in essere, la salvaguardia dei livelli occupazionali, dell’organizzazione e delle strutture aziendali presenti presso gli stabilimenti di Villanova d’Albenga, Sestri Ponente e dell’Azienda Laer H Srl. Va inoltre mantenuto quanto previsto nell’accordo di programma del 2014 – conclude – e garantito un costante confronto con le Istituzioni territoriali e le rappresentanze sindacali».

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO